Le Olimpiadi della robotica industriale di Fanuc Italia

La robotica industriale è il futuro della manifattura. Per promuovere la formazione dei giovani in questa direzione Fanuc Italia organizza le Olimpiadi della robotica

Esistono oggi due temi caldi nel mercato del lavoro: da un lato nuove tecnologie e digitale stanno creando nuovi posti di lavoro, dall’altro mancano le competenze, le aziende non trovano collaboratori ma al tempo stesso molte persone, molti giovani sono disoccupati o inoccupati. Lavoro e lavoratori non si incontrano, sono disallineati.

La robotica industriale è uno dei settori in cui si stanno creando maggiori opportunità di lavoro qualificato per i giovani da qui agli anni a venire. Rientra in quella che viene definita Industria 4.0, è quell’insieme di macchinari avanzati, guidati dai software, in grado di svolgere compiti alienanti e ripetitivi per l’uomo, oppure che richiedono estrema precisione e sono pericolosi. Nell’ambito manifatturiero, spina dorsale del sistema economico italiano, la robotica industriale si va sempre più diffondendo e per questo motivo sono richieste anche le persone con le giuste competenze, persone in grado di lavorare con le ‘macchine’ o con delle ‘basi’ adeguate per poter apprendere velocemente durante stage e tirocini.

L’Italia rappresenta una vera e propria eccellenza a livello mondiale nell’ambito della manifattura, soprattutto di precisione. Il nostro è il secondo Paese manifatturiero in Europa e il sesto a livello mondiale per vendite e installati, ed è particolarmente forte nella produzione di
macchinari, articoli di moda, prodotti alimentari, parti di automobili e prodotti farmaceutici.
Si prevede infatti che, entro il 2025, il settore della robotica industriale avrà un valore globale di 33,8 miliardi di dollari.

Tutte queste considerazioni hanno condotto Fanuc Italia, filiale della multinazionale giapponese omonima all’avanguardia nel campo della robotica e dell’automazione industriale, a lanciare la prima edizione delle Olimpiadi FANUC, competizione di robotica industriale destinata al mondo della scuola tecnica e professionale.

Patrocinato da ANIPLA, Assolombarda, Fondazione Ucimu, Regione Lombardia, SIRI e
WorldSkills, l’evento offre alle migliori coppie di studenti delle 13 Scuole Secondarie di
Secondo grado selezionate da FANUC un’opportunità unica di formazione sul campo
attraverso l’esecuzione di esercizi allineati ai più alti standard internazionali
. Una due giorni di test e prove pratiche su celle robotiche che, il 23 maggio, culminerà con la premiazione
dei tre migliori team di Robot System Integrator. I vincitori accederanno direttamente ai
campionati WorldSkills Italy 2023 di Bolzano (28-30 settembre), gara da cui verrà selezionato il team che rappresenterà l’Italia ai campionati mondiali WorldSkills Lyon 2024.

“Siamo davvero orgogliosi di aver lanciato la prima edizione delle nostre Olimpiadi. Questa
competizione rappresenta un’ulteriore testimonianza del nostro impegno nel nutrire il futuro
dell’automazione e colmare la carenza di manodopera qualificata che ancora si registra nel
nostro Paese e che va dagli ingegneri robotici ad analisti e progettisti di software”, ha
commentato Marco Delaini, Direttore di FANUC Italia. “Coinvolgere gli studenti
in emozionanti gare di robotica e progettazione ci consente di stimolare l’innovazione
tecnologica e preparare le nuove generazioni che modelleranno l’evoluzione del settore e
che, ci auguriamo, agevoleranno la strada verso il progresso e la ripresa dell’economia.
Questi ragazzi rappresentano il futuro dell’automazione del nostro Paese e vogliamo
prepararli al meglio nell’affrontare gli scenari del prossimo futuro”.

Scopri come si lavora in Fanuc nel prossimo video.

PIù POPOLARI

Nature Restoration Law

Un passo avanti per la Nature Restoration Law

La legge per il ripristino della natura fa un ulteriore passo avanti: dopo la recente approvazione da parte del Parlamento Europeo, seguiranno aggiornamenti fino...
come costituire una CER

Come costituire una CER (comunità energetica rinnovabile)

Ora che è stato finalmente pubblicato il tanto atteso Decreto CER, i numerosi progetti di costituzione di Comunità Energetiche Rinnovabili che erano in stand...
impatto ambientale guerra in Ucraina

L’impatto ambientale della guerra

Ogni guerra provoca danni all’uomo e all’ambiente. Parlare dell’impatto ambientale di una guerra non è facile, pensando alle persone che hanno perso la vita,...
esrs rimandato

ESRS, cosa è stato rimandato di due anni

Se qualche azienda e addetto ai lavori ha interpretato come un 'liberi tutti' l'annunciato ritardo nell'approntamento di alcune categorie di linee guida della CSRD, sappia che non è così.
Un amore - certificato Green Film

Arrivano i “Green Film”

La serie "Un amore" con Stefano Accorsi e Micaela Ramazzotti cavalca la tendenza verso produzioni cinematografiche più sostenibili. La certificazione Green Film riduce l'impatto ambientale dell'industria cinematografica.