Milano, grande ritorno per ‘Il verde e il blu festival’

Dal 10 al 12 settembre 2021 talk show, tavole rotonde, speech, laboratori, exhibit, performance e presentazioni, per una tre giorni sul verde della sostenibilità e il blu dell’innovazione per il futuro del pianeta

Buone idee per il futuro del pianeta, è questo lo slogan de ‘Il verde e blu festival’, dove il verde sta per sostenibilità ambientale e il blu rappresenta l’innovazione.

Dal 10 al 12 settembre prossimi l’appuntamento con questo evento milanese si rinnova, in versione onlife (in presenza e in streaming), e si fa portavoce della necessità, resa ancora più evidente dalla crisi pandemica, di riprogettare modelli di sviluppo, produzione e consumo per la tutela del pianeta e della salute umana attivando un confronto tra politica, scienza, istituzioni, imprese e società civile.

Al centro della tre giorni saranno dunque i temi legati all’economia circolare e alla transizione ecologica e non a caso è stato scelto di farla cominciare ( simbolicamente in continuità) nella giornata di chiusura della Design Week 2021: il futuro del pianeta e della società è su basi così fragili oggi che niente può essere lasciato al caso quando si parla di sviluppo, dobbiamo riprogettare ridisegnare spazi, abitudini quotidiane, attività formative e produttive, economia, competenze e relativi investimenti.

Il Verde e il Blu Festival farà da ponte ad altri appuntamenti internazionali legati alla crisi climatica che si terranno a Milano a fine settembre, Cop Youth e la Pre Cop 26.

“Siamo felicissimi di annunciare la seconda edizione di questo ambizioso progetto – commenta Alessandro Beulcke, CEO Beulcke+Partners, organizzatore e promotore della manifestazione – Ognuno di noi può fare la differenza: ogni azione, idea, scelta contribuisce al ripensamento dei modelli di sviluppo ed è da questo che nasce Il Verde e il Blu Festival. Quello che noi possiamo e vogliamo fare è organizzare e promuovere al meglio una grande piattaforma di comunicazione per le migliori idee, parole ed esperienze, affinché sedimentino e lascino traccia per ispirare e dare vita a soluzioni concrete, nuove e adatte per questo secolo”.

Sono stati invitati, tra gli altri, il Ministro Roberto Cingolani, il Presidente del Parlamento Europeo David Sassoli, il Ministro Enrico Giovannini, Giovanni Soldini, Ellen MacArthur, Chicco Testa, Alessandro Baricco, Roberto Burioni, Giusi Ferrè, Stefano Mancuso, Anna Finocchiaro, Luciano Floridi, Marina Spadafora, Paolo Nespoli, Bruno Tabacci, Vittorio Sgarbi, Marco Alverà e moltissimi altri rappresentanti del mondo della cultura, dell’impresa, della scienza e della politica, tra cui naturalmente il Sindaco Beppe Sala e diversi altri sindaci di città impegnate in una transizione green.

A rendere l’appuntamento di portata nazionale sarà la sua modalità onlife: oltre che in presenza, (Covid permettendo) nel più assoluto e rigoroso rispetto delle normative in vigore, ogni appuntamento sarà trasmesso in streaming sulle maggiori piattaforme web e social e raggiungerà un’ampia diffusione grazie anche alle media partnership strette per l’occasione, tra cui quella con RAI, che darà al festival un’eco ancora maggiore, iODonna, che si rivolgerà al pubblico femminile e mainstream, e alcune IG magazines, per coinvolgere ancora di più la generazione Z. A sottolineare invecel’impegno de Il Verde e il Blu Festival nel creare una sinergia con le realtà e gli eventi che animeranno Milano il prossimo settembre, saranno la collaborazione con Fuorisalone.it, content partner del Festival, e con il Politecnico di Milano e il suo Festival dell’Ingegneria, che si svolgerà in concomitanza con la manifestazione.

Tra gli appuntamenti da non perdere:

  • venerdì 10 settembre ore 20.30 “Connessioni in Verde e in Blu – Arte sostenibile” con Vittorio Sgarbi e a seguire il Concerto per piano con Roberta Di Mario
  • sabato 11 settembre: “Ci vestiremo di buccia d’arancia, mangeremo insetti – Fashion e food: l’impatto sul Pianeta dovrà essere rivoluzionato” con la stilista Marina Spadafora, Enrica Arena di Orange Fiber la giornalista e scrittrice Eliana Liotta e il sociologo Paolo Corvo dell’Università scienze gastronomiche di Pollenzo
  • “Sustainable Design Progettare per un futuro circolare” con Rossana Orlandi, Curatrice RoGuiltlessplastic Design Week, il Designer Rodolfo Dordoni e altri
  • Domenica 12 settembre: “Ground control: la sfida italiana allo spazio Space economy e cura del pianeta Terra”

“Blue revolution Come salvare gli Oceani dalla plastica – In collaborazione con The Ocean Race”

Per maggiori informazioni: https://www.verdeblufestival.it/   

Photo by Matteo Raimondi on Unsplash

PIù POPOLARI

Outdoor Education, cosa significa e perché oggi è così importante

“Dimmelo e lo dimenticherò, insegnamelo e forse lo ricorderò. Coinvolgimi e lo imparerò “ Benjamin Franklin In questa circostanza così inedita e inaspettata come quella...
bilancio di sostenibilità

Cos’è il Bilancio di sostenibilità, in poche parole

Se ne sente parlare sempre di più: il bilancio di sostenibilità (o bilancio/report non finanziario o DNF) è il documento attraverso il quale un'azienda...
digital health

Digital health and Me

31 dicembre 2019: le autorità cinesi informano il China Country Office dell'Organizzazione Mondiale della Sanità di aver identificato un nuovo tipo di coronavirus. Da...
società benefit

Società Benefit: cosa sono, vantaggi, come diventarlo

Società Benefit: cos'è? La Società Benefit (SB) è una nuova forma giuridica d’impresa entrata in vigore in Italia a partire dall’1 Gennaio 2016. Non...
sostenibilità digitale

Buongiornissimo. Guida alla sostenibilità digitale

Esiste un inquinamento dormiente. E' il costo ambientale nascosto della nostra vita digitale. Anche quel 'buongiornissimo' che spesso viaggia su Whatsapp da una persona...