Emergency e Satispay portano pacchi alimentari alle persone in difficoltà

Cresce la popolazione italiana che ha bisogno di aiuto alimentare, puoi contribuire anche tu

A causa della pandemia in Italia sono sparite oltre 300mila imprese e 200mila autonomi, stima l’Ufficio Studi Confcommercio.

E’ uno dei dati della nuova povertà, quella che stiamo cominciando a vedere anche nell’aumento della richiesta di assistenza che arriva a Comuni, servizi sociali, organizzazioni come Banco Alimentare e Caritas.

Proprio il Banco alimentare ha stimato nei mesi scorsi un aumento di circa il 40% su tutto il territorio nazionale, con picchi del 70% nelle regioni del sud, nel numero di indigenti.

La povertà, di cui all’ obiettivo 1 dell’Agenda 2030 delle Nazioni Unite, e la fame, di cui all’obiettivo 2, sono qualcosa che siamo abituati a immaginare come qualcosa di poco presente in Italia, più legata a Paesi in via di sviluppo, eppure è in realtà un fenomeno crescente in questi ultimi anni anche alle nostre latitutidini e che ha subito un aumento per effetto del Covid-19 e delle misure di lockdown.

Il passo da una vita agiata alla necessità è, in questi tempi, assai breve, soprattutto nelle grandi città, dove i costi della vita sono più elevati e anche la rete sociale di solidarietà è presente a macchia di leopardo e lascia molte persone sole e nel bisogno.

Il bisogno di aiuto alimentare, appunto, che anche Emergency e Satispay si impegnano a supportare con un’iniziativa congiunta che si chiama “NESSUNO ESCLUSO. Neanche chi è ora in difficoltà”.

Secondo una recente analisi, oltre un milione di persone ha perso la capacità di provvedere agli acquisti di cibo e beni di prima necessità. Siamo di fronte a un’emergenza sociale senza precedenti, che ha reso vulnerabile una nuova categoria di persone, fino a oggi fuori dai radar dell’aiuto tradizionale e istituzionale. Abbiamo quindi deciso di promuovere un intervento al di là dell’ambito sanitario, in modo da aiutare le persone nel far fronte ai propri bisogni in maniera dignitosa, diffondendo un messaggio di solidarietà.

Rossella Miccio, Presidente di EMERGENCY

Il progetto che prevede la distribuzione gratuita di pacchi di alimenti e di beni di prima necessità alle persone che hanno bisogno di un supporto per superare questo momento e che non hanno accesso ad altre forme di aiuto.

Emergency è un’associazione italiana indipendente che tutti conosciamo per le cure medico-chirurgiche gratuite e di elevata qualità che porta nei Paesi in guerra. In generale, Emergency promuove una cultura di pace, solidarietà e rispetto dei diritti umani, e in questo caso si è messa in gioco potendo contare su una forte organizzazione per distribuire pacchi alimentari. Dalla scorsa primavera ha già sostenuto oltre 2.500 famiglie: a Milano, sono più di 40.000 i pacchi alimentari già consegnati; mentre a Roma e a Napoli sono rispettivamente 500 e 550 i nuclei familiari inclusi nel progetto.

A partire da oggi e fino a fine febbraio, anche Satispay, applicazione italiana innovativa che permette di gestire tutti i pagamenti da cellulare e anche di accantonare risparmi e fare donazioni (nochè di ottenre cash back da molto prima che ci pensasse il Governo), collaborerà con Emergency in questa iniziativa e tutti i gli utenti potranno scegliere di e contribuire a donare un pacco alimentare utilizzando il servizio “Donazioni” presente proprio sull’app.

Satispay chiama può contare su una community di oltre 1 milione e 500 mila utenti per contribuire al progetto di Emergency al momento attivo a Milano, Roma, Piacenza, Napoli e Catanzaro.

Sostenere la campagna “NESSUNO ESCLUSO. Neanche chi è ora in difficoltà” è molto semplice: basta collegarsi alla pagina dedicata, o direttamente dalla sezione “Servizi” dell’app per i dispositivi Android, selezionare l’importo che si desidera donare e inviare la richiesta di pagamento. Ogni contributo, anche se piccolo, è sempre fondamentale. Alle persone e alle famiglie sostenute da “NESSUNO ESCLUSO” vengono consegnati due tipi di pacchi: uno alimentare settimanale e uno per l’igiene personale e della casa una volta al mese. Sono inoltre distribuiti anche pacchi speciali per persone celiache o intolleranti al lattosio, vegetariani, pacchi bimbo (con omogeneizzati, latte in polvere per bambini, pannolini, salviette umidificate) e per altri bisogni particolari.

“L’anno appena concluso ha creato tanti bisogni ed emergenze e poter mettere il nostro servizio Donazioni, e soprattutto l’altissima sensibilità della nostra community, a disposizione dei tanti progetti di concreto sostegno alla popolazione è motivo di grande orgoglio per Satispay. Inauguriamo questo nuovo anno lavorando con entusiasmo a fianco di EMERGENCY, che anche nella fase più acuta dell’emergenza non ha mai smesso di operare per dare sostegno ai più fragili.” ha sottolineato Stefano De Lollis, Head of Online Business Development di Satispay.

“Oggi le transazioni elettroniche rappresentano una parte sostanziale dei nostri scambi quotidiani, e proprio per questo siamo grati a Satispay per il supporto che ci offre – ha dichiarato Nicola Ciano, responsabile raccolta fondi individui di EMERGENCY – Siamo certi che la community saprà dimostrare tutta la sua solidarietà e tendere la mano alle tante famiglie in difficoltà che incontriamo ogni giorno.”

Su questa pagina di Emergency puoi trovare tutte le informazioni necessarie se hai bisogno anche tu di sostegno o conosci persone che vivono un momento di difficoltà o vuoi offrire il tuo aiuto per le consegne.

PIù POPOLARI

La protezione del clima è un diritto umano, la prima sentenza che lo stabilisce

L'Associazione delle Donne Senior Svizzere per la Protezione del Clima ha ottenuto una storica vittoria presso la Corte Europea dei Diritti dell'Uomo. La Corte...
rifiuti plastica

20mila Tour Eiffel fatte di plastica

C'è una data che rappresenterà nel 2024 il giorno in cui potremmo dire che il mondo ha raggiunto la sua capacità massima di gestione...

plastiKO

La questione della plastica emerge come uno dei simboli più palpabili e diffusi della nostra crisi ambientale. Questa serie è un viaggio attraverso i danni che abbiamo causato, ma è anche un inno alle possibilità di rinnovamento e riparazione che stanno emergendo in questo campo.
neom

NEOM, il folle progetto di una megalopoli sostenibile nel deserto

Nel 2017, il principe ereditario dell’Arabia Saudita Mohammed bin Salman ha annunciato NEOM, un progetto utopistico e apparentemente folle di una megalopoli nel deserto...
tutti i bonus con bonoos

Tutti i bonus con Bonoos

Quante opportunità di miglioramento del reddito perdiamo a causa della scarsa informazione? Parecchie! Ora la società benefit Bonoos lavora con le aziende per rendere facilmente accessibili tutte le agevolazioni pubbliche.