iMask, il boom della mascherina ecologica italiana

E' made in Sicily la mascherina più innovativa in circolazione

A maggio, al suo debutto, in cinque giorni iMask aveva venduto oltre 50mila mascherine e più di 200mila filtri. A pochi giorni dalla riapertura delle vendite, che erano state sospese per smaltire gli ordini, lo shop online registra già 1.000 ordini al giorno. A cosa deve il suo successo questa mascherina?

Forse perché in tanti si sono accorti che l’usa e getta delle mascherine non è affatto sostenibile, nè per l’ambiente, nè per il portafogli? Ci piace pensare così. Anche se ci sono tanti motivi validi per amare iMask.

Design e realizzazione 100% italiani, anzi ‘siciliani’, è eterna e riciclabile, filtro compatibile per la classe FFP3, il migliore, e tra le sue differenti versioni ce n’è anche una trasparente, chiamata Crystal, che peraltro è la più venduta.

Altre versioni sono la Essential White (bianco), Matt Grey(grigio) e Purple Wave (rosapelle) disponibili sin dall’inizio, e altre otto colorazioni aggiunte recentemente:Pink Panther(rosa pesca), Tiffany Blue(verde acqua), Deep Blue(blu scuro), Infinity Black(nero), Military Green(verde militare), Space Green(verde pistacchio), Red Hero(rosso)eYellow Submarine(oro).

mascherina ecologica
Sul tavolo due versioni di iMask

Le caratteristiche vincenti di iMask

  • iMask è ecologica perché lavabile, sanificabile e riciclabile. Basta, infatti, sostituire soltanto il filtro – il kit con 5 filtri è disponibile anch’esso nello shop online – e continuare a usare la mascherina in tutta sicurezza. iMask riduce, così, il consumo delle mascherine usa e getta, limita il problema dello smaltimento dei prodotti monouso ed è amica dell’ambiente.
  • iMask è un dispositivo medico di classe I con marcatura CE ed è conforme alla Direttiva europea 93/42/CEE e s.m.i Direttiva 2007/47/CE concernente i dispositivi medici. iMask, inoltre, essendo un prodotto esente dall’applicazione dell’IVA, permette agli aventi diritto di beneficiare della detrazione di imposta del 19% per spese sanitarie.
  • La mascherina è praticamente eterna perché può essere riutilizzata grazie al filtro sostituibile compatibile per la classe FFP3 che può durare fino a un mese.
  • iMask è sicura perché è la mascherina senza valvola che è in grado di proteggere sia chi la indossa sia chi ci sta vicino grazie alle proprietà del filtro, che utilizza un innovativo tessuto a base di polipropilene certificato nella classe di protezione FFP3, lo standard più elevato disponibile sul mercato per le mascherine semipermanenti. 
  • iMask è una startup innovativa siciliana fondata nell’aprile del 2020, in piena emergenza sanitaria da Covid-19, da cinque imprenditori Italiani. Tra questi Salvatore Cobuzio e Giovanni Gallo: Salvatore Cobuzio è anche il CEO di iMask ed ha alle spalle la creazione di un’altra startup di grande successo, l’ e-commerce marthascottage.com, il più grande shop online dedicato ai matrimoni in Europa. Giovanni Gallo, invece, è designer e founder del laboratorio di progettazione e fabbricazione digitale Gallo-Lab, ed è il Direttore Operativo di iMask. Se volete scoprire iMask questo è il sito ufficiale http://www.imask-official.com/.

PIù POPOLARI

neom

NEOM, il folle progetto di una megalopoli sostenibile nel deserto

Nel 2017, il principe ereditario dell’Arabia Saudita Mohammed bin Salman ha annunciato NEOM, un progetto utopistico e apparentemente folle di una megalopoli nel deserto...
scarti ciliegie

Barbara Vecchi, con ciliegie e data science rivoluziono la cosmesi

L'imprenditrice di Vignola mette al centro della sua idea di cosmesi green la valorizzazione del territorio, sfruttando gli scarti delle ciliegie.
lifestyle sostenibile

Lifestyle sostenibile, il nuovo, virtuoso centro PUF

PUF è il centro dell’abitare sostenibile realizzato grazie a Punto UniAbita e Fondazione Auprema. Questa Fondazione è nata nel 2006 e realizza progetti rivolti...
forest bathing

Forest bathing e forest therapy, cosa sono e perché sono differenti

Cos’è il forest bathing? Forest bathing è la traduzione inglese del termine giapponese 'shinrin-yoku'. In italiano il termine inglese è molto utilizzato, ma a volte...
Settimana STEM 2024

Settimana STEM 2024, lauree, lavoro e gender gap

I percorsi di studio e i lavori 'STEM' sono ancora a prevalenza maschile. Un mix di retaggi culturali e condizionamenti sociali ed economici che lentamente si stanno evolvendo