OMS, il fondo straordinario Covid compie un anno, ma le sfide non sono finite

Questa pandemia non sarà finita da nessuna parte finché non sarà finita ovunque. Un nuovo appello a nuove donazione per il fondo Covid

250 milioni di dollari: è la cifra raccolta dall’Organizzazione Mondiale della Sanità attraverso il fondo straodinario istituito un anno fa, ai tempi dello scoppio della pandemia, per fornire a milioni di lavoratori in prima linea dispositivi di protezione personale, forniture mediche e kit di analisi, per gestire la disinformazione e l’infodemia, per sostenere le popolazioni vulnerabili come i rifugiati e gli sfollati e per accelerare la ricerca su vaccini, test e trattamenti.

Oltre ai singoli individui, centinaia di aziende mondiali hanno partecipato alla raccolta, donando anche cifre astronomiche, come Google, Facebook, Fifa, Tik Tok, Adidas, GSK, Microsoft, Amazon, Gucci, Spotify, H&M, WikiHow, XBox, IBM, Zoom, Vodafone, Tiffany, Starbucks, Nintendo, Nike e molte altre. Qui tutta la lista.

“Ringrazio sinceramente ogni individuo, società e altre organizzazioni per le loro donazioni al COVID-19 Solidarity Response Fund,”, ha detto il dottor Tedros Adhanom Ghebreyesus, direttore generale dell’OMS. “La vostra generosità ha fatto la differenza. Nell’anniversario di un anno del fondo, abbiamo visto cosa possiamo realizzare insieme nei momenti di bisogno”.

Il COVID-19 Solidarity Response Fund, gestito attraverso una Fondazione indipendente istituita ad hoc, è stato una risorsa importantissima che ha permesso all’OMS di provvedere a tutta una serie di emergenze dentro l’emergenza: l’OMS ha spedito quasi 250 milioni di articoli di equipaggiamento protettivo personale e forniture mediche vitali, compreso l’ossigeno, in più di 150 paesi, ha rafforzato centinaia di laboratori nazionali e subnazionali con supporto tecnico, ha fornito più di 250 milioni di test COVID-19, ha coordinato il dispiegamento di più di 180 squadre in tutto il mondo e ha sostenuto più di 12mila letti di terapia intensiva in sistemi sanitari che altrimenti sarebbero stati sopraffatti.

I fondi raccolti vengono spesi attraverso queste organizzazioni

“Il Fondo di risposta solidale COVID-19 ha suscitato una sorprendente ondata di generosità globale al di là di qualsiasi cosa abbiamo visto prima. Abbiamo messo tutte le risorse della Fondazione delle Nazioni Unite dietro questo compito e siamo stati sopraffatti dalla risposta globale che ci ha permesso di ottenere fondi decisivi per i bisogni più urgenti nel devastante primo anno della pandemia. Il Fondo di risposta solidale è una vera testimonianza del potere dell’azione collettiva, e di ciò che si può ottenere quando persone di ogni settore e di ogni angolo del mondo agiscono insieme per rispondere a una minaccia collettiva”, ha detto Elizabeth Cousens, Presidente e CEO della Fondazione ONU.

Purtroppo, come sappiamo, il mondo è tutt’altro che uscito dalla pandemia, ecco perché l’OMS rinnova il suo appello alla generosità e solidarietà di individui e aziende, affinchè nuovi fondi affluiscano per contribuire alla stima di 1,96 miliardi di dollari previsti dall’OMS nel 2021 per rispondere alle rimanenti e nuove sfide nella lotta contro la COVID-19.

I contributi alla prossima fase del fondo sosterranno gli sforzi dell’OMS e dei suoi partner per continuare a sopprimere la trasmissione, ridurre l’esposizione, contrastare la disinformazione, proteggere i vulnerabili, ridurre la mortalità e la morbilità e accelerare l’accesso equo ai nuovi strumenti della COVID-19 – anche attraverso il lavoro dell’OMS con l’ACT-Accelerator, per aumentare la vaccinazione a livello globale, in particolare per i paesi più vulnerabili, e garantire la consegna di forniture salvavita.

“Il COVID-19 ha colpito tutti noi. Ogni paese. Ogni azienda. Ogni comunità. È stato illuminante vedere il mondo mobilitarsi con l’OMS l’anno scorso sotto forma di centinaia di migliaia di contributi al suo Fondo di Risposta Solidale. Quel denaro è stato usato bene e ha salvato innumerevoli vite”, ha detto Anil Soni, CEO della Fondazione OMS. “Sono determinato a sostenere il successo del Fondo come strumento per gli individui e le aziende a partecipare alla lotta globale contro la COVID-19. Questa pandemia non sarà finita da nessuna parte finché non sarà finita ovunque, e le donazioni al Fondo di risposta solidale aiutano a muovere il mondo verso questo obiettivo”.

Per approfondire come vengono utilizzati i fondi, qui il download del report di impatto del fondo.

PIù POPOLARI

La protezione del clima è un diritto umano, la prima sentenza che lo stabilisce

L'Associazione delle Donne Senior Svizzere per la Protezione del Clima ha ottenuto una storica vittoria presso la Corte Europea dei Diritti dell'Uomo. La Corte...
Giornata Mondiale della Terra 2024: Pianeta versus plastica?

Giornata Mondiale della Terra 2024: pianeta versus plastica?

Il 22 aprile di ogni anno il mondo celebra la Giornata Mondiale della Terra. L’Earth Day nasce il 22 aprile 1970 con l’obiettivo di...

plastiKO

La questione della plastica emerge come uno dei simboli più palpabili e diffusi della nostra crisi ambientale. Questa serie è un viaggio attraverso i danni che abbiamo causato, ma è anche un inno alle possibilità di rinnovamento e riparazione che stanno emergendo in questo campo.
rifiuti plastica

20mila Tour Eiffel fatte di plastica

C'è una data che rappresenterà nel 2024 il giorno in cui potremmo dire che il mondo ha raggiunto la sua capacità massima di gestione...
RAEECycling innovazione e sostenibilità

Innovazione + sostenibilità = RAEECycling

Greenvincible brevetta RAEECycling, un modello di riciclo dei RAEE a basso impatto ambientale e di grande efficienza economica.