Parmigiano Reggiano all’asta per finanziare progetti sociali

Il Consorzio del più famoso formaggio italiano cede la più antica forma al mondo mettendola all'asta per finanziare le no profit Aiutiamo il mondo e Mama Sofia

Il 27 ottobre, sul sito internet della casa d’aste londinese Givergy, la forma di Parmigiano Reggiano più stagionata al mondo, 21 anni, sarà messa all’asta e venduta al miglior offerente. Obiettivo: ricavare più soldi possibili da devolvere in beneficienza.

Normalmente una forma di Parmigiano, che pesa tra i 36 e 40 chilogrammi, costa intorno ai 700 euro. Ma questa forma è speciale.

La storia di questa forma di Parmigiano

E’ nata proprio nell’anno che apriva il nuovo millennio: era il mese di aprile del 2000 quando la Latteria Sociale di Tabiano (RE), ai tempi guidata dal defunto Erio Bertani, marchiava le prime forme certificate “Prodotto di Montagna – progetto Qualità Consorzio” dal Consorzio Conva, responsabile della tutela e della promozione dei prodotti dell’Appennino. La prima forma ad avere la certificazone fu poi acquistata dallo stesso Erio Bertani, che l’ha conservata nel proprio magazzino fino al 2018, quando la moglie Susetta Sforacchi, i figli e la Nazionale del Parmigiano Reggiano hanno deciso di donarla in beneficenza in memoria del marito.

Le qualità eccezionali di un formaggio invecchiato 21 anni

Il Parmigiano Reggiano, come è noto, ha delle caratteristiche e delle qualità nutrizionali eccezionali, che ne fanno il formaggio consentito anche in molte diete. Questa forma dalla lunghissima stagionatura è unica, poiché ha avuto il tempo di sviluppare aromi e sapori inaspettati e che solo il beato vincitore potrà scoprire, se avrà il fegato di interrompere la stagionatura e assaggiare il formaggio! Dice il Consorzio del Parmigiano in una nota stampa:

‘Il Parmigiano Reggiano di 21 anni è talmente raro che è difficile fare previsioni sulle sue caratteristiche organolettiche; tuttavia, si può ipotizzare un colore ambrato con un intenso profumo tostato. L’analisi aromatica dovrebbe evidenziare le tipiche note di cuoio, sottobosco, tartufo e affumicato. Il formaggio probabilmente avrà una struttura particolare: asciutta, molto friabile e solubile. Senza dubbio, si tratta di un prodotto esclusivo e intrigante che merita di essere degustato in purezza oppure accompagnato da un grande vino strutturato o da meditazione’.

I progetti sociali che saranno finanziati

Tutto il ricavato dell’asta verrà donato a due progetti di solidarietà promossi da associazioni che stanno particolarmente a cuore al Consorzio del Parmigiano Reggiano e alla Nazionale: Aiutiamo il mondo di Padre Marco Canovi; e Mama Sofia, fondata da Zakia Seddiki, moglie del compianto ambasciatore in Congo, Luca Attanasio.

Padre Marco Canovi ha dedicato la propria vita ad attività umanitarie in Uganda, dove ha contribuito a costruire il Matany Hospital e la relativa Scuola per ostetriche e infermiere. La sua passione è sempre stata quella di fornire istruzione e una migliore qualità della vita ai bambini e ai giovani ed ha costruito scuole elementari e medie nella regione. Soprattutto, lo scopo della sua missione è migliorare le condizioni agricoli scavando pozzi, costruendo sistemi di irrigazione a goccia e coltivando la terra. La sua missione nella regione del Karamoja ha aiutato gli agricoltori locali a realizzare piantagioni di mais, verdure, frutta e altre coltivazioni che hanno permesso loro di prosperare.

L’asta durerà sino a sabato 6 novembre, per partecipare all’asta: https://givergy.uk/parmigianoreggiano2021/.

La forma invece, sarà fisicamente in mostra all’International Cheese Festival e al World Cheese Awards che si terrà a Oviedo, in Spagna, dal 3 al 6 novembre 2021. Il World Cheese Awards è la competizione più importante del mondo dedicata ai formaggi ed annovera il Consorzio Parmigiano Reggiano tra gli sponsor principali. Si prevede che l’edizione 2021, la prima post-Covid, sarà la più grande e più internazionale di sempre con oltre 3.000 concorrenti da 42 paesi.

PIù POPOLARI

scarti ciliegie

Barbara Vecchi, con ciliegie e data science rivoluziono la cosmesi

L'imprenditrice di Vignola mette al centro della sua idea di cosmesi green la valorizzazione del territorio, sfruttando gli scarti delle ciliegie.
korian italia

Korian Italia, la prima azienda socio-sanitaria a diventare società benefit

La popolazione italiana è la seconda più vecchia al mondo, la sanità pubblica arranca, i problemi psichiatrici sono in aumento, le persone sole pure:...
neom

NEOM, il folle progetto di una megalopoli sostenibile nel deserto

Nel 2017, il principe ereditario dell’Arabia Saudita Mohammed bin Salman ha annunciato NEOM, un progetto utopistico e apparentemente folle di una megalopoli nel deserto...
forest bathing

Forest bathing e forest therapy, cosa sono e perché sono differenti

Cos’è il forest bathing? Forest bathing è la traduzione inglese del termine giapponese 'shinrin-yoku'. In italiano il termine inglese è molto utilizzato, ma a volte...
impatto ambientale guerra in Ucraina

L’impatto ambientale della guerra

Ogni guerra provoca danni all’uomo e all’ambiente. Parlare dell’impatto ambientale di una guerra non è facile, pensando alle persone che hanno perso la vita,...