Il boom dell’ecommerce green

Nel 2021 il commercio online nel mondo è cresciuto del 58%, in Italia del 78%. Gli italiani sempre più interessati ai prodotti sostenibili

La pandemia e il lockdown hanno fatto fare un vero e proprio boom al commercio online, ma nei primi sei mesi del 2021 si è già potuto constatare che ciò che era una necessità è diventata definitivamente una nuova abitudine di acquisto per i consumatori, che hanno oramai imparato a usare i diversi canali e anche a essere molto selettivi. Per esempio, sono più attenti alla sostenibilità, anche durante gli acquisti online. L’ecommerce green è quindi sempre più diffuso: questo significa che le persone sono attente a dove comprano, ai prodotti che comprano, ai materiali di cui sono fatti, alle dichiarazioni di rispetto degli standard di sostenibilità che trovano sui siti. Gli acquisti che facciamo traducono in concretezza le scelte facciamo a monte, per esempio, se decidiamo di non contribuire all’aumento della plastica in circolazione, non useremo più piatti, bicchieri e cannucce di plastica. In questo modo stiamo facendo esattamente quello che chiede anche l’Agenda 2030 dell’Onu, il cui obiettivo numero 12 riguarda proprio i ‘consumi (e produzioni) responsabili’. Che ci sia un aumento della consapevolezza degli italiani verso la sostenibilità, lo ha rilevato anche PayPlug, una società che mette a disposizione delle PMI la tecnologia per i pagamenti digitali, gli italiani sono sempre più interessati a fare acquisti proprio sui marketplace green: ad esempio, Elobaby, sito che vende abbigliamento e prodotti ecologici per neonati, che ha raggiunto il 65% di acquisti da mobile e il +12% di nuovi clienti; oppure, Ecobaby, store di pannolini lavabili (quindi eco-sostenibili) che durante i lockdown del 2020 con il sito mobile friendly ha registrato un + 30% di acquisti sulla piattaforma e-commerce rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente; o ancora, Minimo Impatto, negozio online di ecostoviglie che ha visto crescere del 28% gli ordini online nei primi mesi del 2021 e ha creato una app per l’acquisto.

“Grazie alla comodità e alla sicurezza che garantisce, acquistare online sarà sempre più una modalità scelta dai consumatori anche per il futuro. Tuttavia in questi mesi abbiamo notato come a cambiare non siano stati solo i canali di acquisto. Gli italiani hanno modificato anche le loro scelte rispetto a cosa mettere nel carrello: sta emergendo una nuova attenzione per l’ambiente”, sottolinea Gloria Ferrante, Marketing Project Manager di PayPlug. Proprio in seguito all’esplosione della pandemia, un italiano su cinque ha infatti dichiarato di aver capito l’importanza del rispetto per il pianeta (fonte: Facile.it). Inoltre, secondo l’Osservatorio Immagino, nel corso del 2020 il giro d’affari dei prodotti con uno slogan relativo alla sostenibilità sulle confezioni è stato di 10 miliardi di euro, in crescita del +7,6% rispetto al 2019.

Photo by Anete Lūsiņa on Unsplash

PIù POPOLARI

Outdoor Education, cosa significa e perché oggi è così importante

“Dimmelo e lo dimenticherò, insegnamelo e forse lo ricorderò. Coinvolgimi e lo imparerò “ Benjamin Franklin La chiusura di scuole, biblioteche, giardini e di ogni...
bilancio di sostenibilità

Cos’è il Bilancio di sostenibilità, in poche parole

Cos'è il Bilancio di sostenibilità Se ne sente parlare sempre di più: il bilancio di sostenibilità (o bilancio/report non finanziario o DNF) è il documento attraverso...
digital health

Digital health and Me

31 dicembre 2019: le autorità cinesi informano il China Country Office dell'Organizzazione Mondiale della Sanità di aver identificato un nuovo tipo di coronavirus. Da...
società benefit

Società Benefit: cosa sono, vantaggi, come diventarlo

Cos'è la Società Benefit Le Società Benefit sono una forma giuridica d’impresa che persegue, impegnandosi nel proprio Statuto costitutivo, sia obiettivi economici che precise finalità...
sostenibilità digitale

Buongiornissimo. Guida alla sostenibilità digitale

Esiste un inquinamento dormiente. E' il costo ambientale nascosto della nostra vita digitale. Anche quel 'buongiornissimo' che spesso viaggia su Whatsapp da una persona...