It bag beni rifugio, investire in borse

La borsetta è un oggetto di desiderio già nell'infanzia, indipendentemente dal sesso. E se ti dicessimo che, anche di seconda mano, può essere un investimento garantito?

In periodi di instabilità finanziaria, il consiglio è di acquistare i cosiddetti beni rifugio. Con questa espressione si descrivono i beni dotati di un valore intrinseco che tendenzialmente si mantiene anche nei periodi di turbolenza dei mercati.
Mi ha sorpreso scoprire che accanto a titoli di stato e metalli preziosi, troviamo le It Bag, accessori che non hanno bisogno di presentazioni, come la Birkin di Hermès, che arriva a prezzi folli oltre decine di migliaia di euro. I modelli più celebri delle grandi maison, infatti, hanno un rendimento maggiore dell’oro. E molti consumatori se ne sono accorti. Così, nel pieno della crisi economica derivante dalla pandemia da Covid-19, Hermès ha registrato la metà delle perdite rispetto alla concorrenza.

In vendita su Farfetech (23 marzo 2022)

Il mito che si è creato attorno alle borse di questo marchio trascende il quadro delle tendenze più o meno passeggere della moda e le ha trasformate in un’icona. Sempre più persone sono disposte a sostenere una spesa di almeno 10.000 euro in quanto non corrisponde semplicemente all’acquisto di un bene d’uso, ma a un investimento a lungo termine.

Parliamo di pezzi unici di pelletteria che costano mediamente come un’utilitaria, ma che a differenza di un’automobile, con una manutenzione minima sono destinati a essere tramandati da madre a figlia per generazioni.
Dato che vengono prodotte su ordinazione in un numero limitato di laboratori, la lista di attesa dei futuri proprietari si allunga costantemente. E questo fattore di esclusività contribuisce ad aumentarne esponenzialmente il prezzo nei mercati di rivendita.

Nessuno troverà mai una Birkin scontata. Me ne farò una ragione.

Non ho cifre sostanziose nel conto in banca, ma mi piace comunque tenere aggiornata la lista dei miei oggetti del desiderio.
Nell’ottica del “comprare meno, comprare meglio” ho fatto un po’ di ricerca sui brand di pelletteria che offrono un prodotto di alta qualità e ho scoperto il lavoro di Jérôme Dreyfuss, designer francese di cui vi parlo in questo articolo.
Perché anche se non rientrano nella categoria dei beni rifugio le borse possono diventare fedeli compagne di vita.

Nell’immagine di copertina: la borsa Kelly di Hermès – oggi una delle più ricercate It bag al mondo – deve la sua fortuna, e il suo nome, alla principessa di Monaco Grace Kelly che la prediligeva a qualsiasi altra.

PIù POPOLARI

Matteo Trapasso proprietario del micropanificio TraMa

Piccolo è bello: ecco il più sostenibile micropanificio d’Europa

Pensare di avviare un’attività commerciale in un locale che non raggiunge i 9 metri quadrati sembrava una vera e propria utopia: a maggior ragione...
tessile sostenibile

La strada dell’Europa verso una moda sostenibile

Recentemente è nato in Italia il consorzio Re.Crea, fondato da aziende del calibro di Dolce&Gabbana, MaxMara Fashion Group, Gruppo Moncler, Gruppo OTB, Gruppo Prada,...
cop27 decisioni

Le decisioni finali della COP27

Come succede quasi ogni anno, si è conclusa in ritardo anche questa edizione numero ventisette della Conferenza delle Parti. Come sempre, se ne parla...

Musica nella metropolitana di Milano per dare voce alla solidarietà

L’ATM, Azienda Trasporti Milanesi, gestisce il servizio di trasporto pubblico a Milano e in un centinaio di comuni attorno alla città: nel 2022 è...
black friday sostenibile

Black or Blue Friday?

“Blue is the new Black” è il motto con cui la Commissione Oceanografica Intergovernativa (IOC) dell’UNESCO lancia il Blue Friday, volto a creare consapevolezza...