It bag beni rifugio, investire in borse

La borsetta è un oggetto di desiderio già nell'infanzia, indipendentemente dal sesso. E se ti dicessimo che, anche di seconda mano, può essere un investimento garantito?

In periodi di instabilità finanziaria, il consiglio è di acquistare i cosiddetti beni rifugio. Con questa espressione si descrivono i beni dotati di un valore intrinseco che tendenzialmente si mantiene anche nei periodi di turbolenza dei mercati.
Mi ha sorpreso scoprire che accanto a titoli di stato e metalli preziosi, troviamo le It Bag, accessori che non hanno bisogno di presentazioni, come la Birkin di Hermès, che arriva a prezzi folli oltre decine di migliaia di euro. I modelli più celebri delle grandi maison, infatti, hanno un rendimento maggiore dell’oro. E molti consumatori se ne sono accorti. Così, nel pieno della crisi economica derivante dalla pandemia da Covid-19, Hermès ha registrato la metà delle perdite rispetto alla concorrenza.

In vendita su Farfetech (23 marzo 2022)

Il mito che si è creato attorno alle borse di questo marchio trascende il quadro delle tendenze più o meno passeggere della moda e le ha trasformate in un’icona. Sempre più persone sono disposte a sostenere una spesa di almeno 10.000 euro in quanto non corrisponde semplicemente all’acquisto di un bene d’uso, ma a un investimento a lungo termine.

Parliamo di pezzi unici di pelletteria che costano mediamente come un’utilitaria, ma che a differenza di un’automobile, con una manutenzione minima sono destinati a essere tramandati da madre a figlia per generazioni.
Dato che vengono prodotte su ordinazione in un numero limitato di laboratori, la lista di attesa dei futuri proprietari si allunga costantemente. E questo fattore di esclusività contribuisce ad aumentarne esponenzialmente il prezzo nei mercati di rivendita.

Nessuno troverà mai una Birkin scontata. Me ne farò una ragione.

Non ho cifre sostanziose nel conto in banca, ma mi piace comunque tenere aggiornata la lista dei miei oggetti del desiderio.
Nell’ottica del “comprare meno, comprare meglio” ho fatto un po’ di ricerca sui brand di pelletteria che offrono un prodotto di alta qualità e ho scoperto il lavoro di Jérôme Dreyfuss, designer francese di cui vi parlo in questo articolo.
Perché anche se non rientrano nella categoria dei beni rifugio le borse possono diventare fedeli compagne di vita.

Nell’immagine di copertina: la borsa Kelly di Hermès – oggi una delle più ricercate It bag al mondo – deve la sua fortuna, e il suo nome, alla principessa di Monaco Grace Kelly che la prediligeva a qualsiasi altra.

PIù POPOLARI

neom

NEOM, il folle progetto di una megalopoli sostenibile nel deserto

Nel 2017, il principe ereditario dell’Arabia Saudita Mohammed bin Salman ha annunciato NEOM, un progetto utopistico e apparentemente folle di una megalopoli nel deserto...
scarti ciliegie

Barbara Vecchi, con ciliegie e data science rivoluziono la cosmesi

L'imprenditrice di Vignola mette al centro della sua idea di cosmesi green la valorizzazione del territorio, sfruttando gli scarti delle ciliegie.
lifestyle sostenibile

Lifestyle sostenibile, il nuovo, virtuoso centro PUF

PUF è il centro dell’abitare sostenibile realizzato grazie a Punto UniAbita e Fondazione Auprema. Questa Fondazione è nata nel 2006 e realizza progetti rivolti...
forest bathing

Forest bathing e forest therapy, cosa sono e perché sono differenti

Cos’è il forest bathing? Forest bathing è la traduzione inglese del termine giapponese 'shinrin-yoku'. In italiano il termine inglese è molto utilizzato, ma a volte...
Settimana STEM 2024

Settimana STEM 2024, lauree, lavoro e gender gap

I percorsi di studio e i lavori 'STEM' sono ancora a prevalenza maschile. Un mix di retaggi culturali e condizionamenti sociali ed economici che lentamente si stanno evolvendo