Veicoli elettrici per rivoluzionare la mobilità urbana

L’inquinamento e il pesante impatto ambientale del settore dei trasporti sono diventati una sfida sempre più pressante per le città di tutto il mondo, soprattutto per le capitali e i capoluoghi di grande densità abitativa e lavorativa. L’avvento dei veicoli elettrici appare con sempre maggior frequenza come una delle soluzioni meglio percorribili. In Italia è comparsa la prima catena europea di micro-mobilità elettrica urbana, denominata L-ETRIK: si tratta di un nuovo concept store che vuole aprire la strada verso un futuro più pulito e sostenibile per spostarsi nelle città.

L’azienda è stata fondata da Francesco Zhou Fei, un imprenditore sino-italiano arrivato dalla Cina quando aveva cinque anni: dopo la laurea all’università Bocconi ha lavorato nella filiale di Pechino di un’azienda italiana, per ritornare poi a Milano nel 2017. Insieme ad altri imprenditori ha introdotto in Italia i negozi MiStore e Niu Store: la prima è una catena che vende i prodotti Xiaomi, la seconda si occupa di scooter elettrici. L-ETRIK fa parte di Metamobility Tech, una startup innovativa che ha già aperto sei negozi fra Milano, Roma e Torino: per raggiungere l’obiettivo di diventare un multi-brand leader nel proprio settore, l’azienda ha da poco lanciato una campagna di equity crowdfunding sulla piattaforma Mamacrowd, con l’obiettivo di raccogliere 1 milione di euro per finanziare la sua crescita in Italia.

Mobilità elettrica alleata dell’ambiente

Zhou Fei, con la sua esperienza di successo nell’elettronica di consumo e nei veicoli ecosostenibili, si è mosso tra Cina e Italia per oltre 20 anni, portando la sua conoscenza e competenza nel mercato italiano. L’imprenditore è pienamente convinto che l’elettrico sarà il mezzo d’eccellenza, e forse l’unico, per le città in un prossimo futuro: d’altronde il piano Fit For 55 delineato dall’Unione Europea prevede che dal 2035 sarà vietata in Europa la vendita (non la circolazione) di auto nuove con motore termico, per cercare di raggiungere la neutralità climatica entro il 2050.

Da diversi anni gli scooter elettrici sono molto diffusi in Cina, spinti dalla volontà del governo stesso che li ha incoraggiati per limitare l’inquinamento: la tendenza vista nel paese asiatico è dunque giunta a Milano, che è la prima città italiana per la mobilità elettrica, con l’obiettivo di estendersi in tutto il nostro paese, anche sulla spinta di una maggiore consapevolezza delle problematiche ambientali.

L-ETRIK si presenta quindi con un’ampia gamma di mezzi di trasporto elettrici di alta qualità, dallo scooter alla moto e non solo: l’offerta si vuole infatti ampliare per comprendere sia le biciclette che le auto elettriche. “Le piccole macchine tradizionali saranno sempre più sostituite da minicar per gli spostamenti cittadini”, sostiene Francesco Zhou Fei: “noi abbiamo il vantaggio di essere tra i primi ad aver creduto in una catena specializzata in micro-mobilità elettrica e puntiamo a diventare il più grande network europeo di retail specializzato”. È indubbio che i veicoli elettrici offrono un’alternativa ecologica e praticabile rispetto ai tradizionali mezzi di trasporto a combustione interna: riducono le emissioni di gas serra e l’inquinamento atmosferico, migliorando così la qualità dell’aria nelle città. Inoltre, i veicoli elettrici sono più efficienti dal punto di vista energetico e costituiscono un’opzione più economica per i consumatori a lungo termine.

Una trasformazione destinata a crescere

L-ETRIK mira a soddisfare le esigenze di ogni tipo di cliente, offrendo una gamma completa di veicoli elettrici. Marchi prestigiosi come Silence, Horwin, Yadea, Askoll e Vmoto Soco affiancheranno il marchio Niu, consentendo ai clienti di scegliere tra una varietà di opzioni che si adattano alle loro preferenze e alle loro esigenze di mobilità. La catena di negozi si espanderà nel 2024, unendo Bologna e Firenze alle prime tre città, per aggiungerne altre successivamente; l’azienda non si limiterà soltanto alla vendita al dettaglio, ma punterà anche ad ampliare le sue attività includendo l’importazione e la distribuzione diretta di nuovi brand che non sono ancora presenti sul mercato italiano. Ciò garantirà l’esclusività territoriale e offrirà opportunità di distribuzione anche a rivenditori e distributori.

Il mercato della mobilità urbana è in rapida crescita: secondo i dati dell’Associazione Nazionale Ciclo Motociclo Accessori (ANCMA), il settore è cresciuto del 60% tra il 2021 e il 2022, con l’Italia che ha ottenuto il primo posto in Europa per la vendita di scooter. Inoltre, l’Associazione Internazionale dei Produttori di Motoveicoli (ACEM) ha lanciato Vision 2030+, un piano strategico incentrato sulla transizione verso veicoli elettrici a due ruote per la protezione e la salvaguardia dell’ambiente.

L’inaugurazione di L-ETRIK rappresenta un passo importante verso un futuro differente per la mobilità urbana, sia in Italia che in Europa. Nel contribuire alla riduzione dell’inquinamento, la catena di concept store propone una soluzione pratica e conveniente per coloro che vogliono adottare uno stile di vita sempre più attento alla qualità dell’ambiente. L’azienda ha l’ambizione di diventare un punto di riferimento nel settore, proporre un cambiamento positivo per il futuro della mobilità urbana, ispirando e facilitando la transizione verso un modo di trasporto più sostenibile nelle città di tutto il mondo.

https://l-etrikstore.com/

PIù POPOLARI

One Health, persone sane in un pianeta sano

Il progetto One Health si propone di considerare la salute a livello globale: salute umana, animale, vegetale. Facciamo tutti parte di un unico ecosistema...
barriere coralline

Lo straordinario ‘stucco’ ecologico per la cura delle barriere coralline

Le barriere coralline, fondamentali per la biodiversità marina, sono sempre più minacciate dai cambiamenti climatici e dall'azione umana nell'ambiente marino. Un team di ricerca...
impatto ambientale guerra in Ucraina

L’impatto ambientale della guerra

Ogni guerra provoca danni all’uomo e all’ambiente. Parlare dell’impatto ambientale di una guerra non è facile, pensando alle persone che hanno perso la vita,...
premio davines

‘The good farmer award’, ecco il premio per giovani agricoltori innovativi

“Contribuire a diffondere un modello di crescita rigenerativa è una sfida ambiziosa in cui crediamo molto. L’agricoltura biologica rigenerativa è una parte importante di...
Società Benefit

Società Benefit: cosa sono, vantaggi, come diventarlo

Le Società Benefit (SB) sono una forma giuridica d’impresa che integra nel proprio oggetto sociale, oltre agli obiettivi di profitto, anche precise finalità di beneficio comune. Le...