Vodafone diventa più green, obiettivo ‘emissioni zero’

Vodafone Italia già da novembre 2020 usa solo energia elettrica da fonti rinnovabili

Se prossimamente vedrai in giro il marchio di Vodafone colorato di verde, il colore che rappresenta l’ambiente e l’ecologia, sappi che c’è un motivo: dallo scorso 1° luglio 2021 la rete europea di Vodafone sarà alimentata da elettricità proveniente al 100% da fonti rinnovabili, un obiettivo che in Italia aveva già raggiunto a novembre 2020. Proprio in Italia, Vodafone, prima tra le aziende di telecomunicazioni, ha anticipato al 2025 gli obiettivi di zero emissioni proprie di gas a effetto serra.

Un traguardo davvero importante considerato l’impatto non trascurabile che le telecomunicazioni (le infrasttutture da cui dipendono le nostre comunicazioni telefoniche e internet) hanno a livello ambientale.

Secondo analisi recenti, il settore ICT (che sta per Information Technologies, al cui interno ci sono le telecomunicazioni) è ora responsabile dal 3 al 4% delle emissioni globali di CO2, circa il doppio del livello del settore dell’aviazione, messo spesso sotto accusa. E l’uso globale delle comunicazioni via internet si stima crescerà del 60% quest’anno, portando il settore a essere responsabile fino al 14% delle emissioni globali di CO2 entro il 2040, a meno che non si facciano passi significativi per abbassare l’impatto ambientale delle aziende che operano in questo settore.

“Dal 1° luglio 2021 – afferma Nick Read, amministratore delegato del gruppo Vodafone – i clienti di Vodafone in tutta Europa possono essere certi che la connettività che utilizzano è interamente alimentata da elettricità proveniente da fonti rinnovabili. Questo rappresenta un fondamentale traguardo verso il nostro obiettivo di azzerare le emissioni proprie di gas a effetto serra a livello globale entro il 2030, aiutando i nostri clienti a ridurre il proprio impatto ambientale e proseguendo nella costruzione di una società digitale, inclusiva e sostenibile in tutti i nostri mercati”.

Nell’ultimo anno Vodafone, così come altre aziende, ha rafforzato i propri sforzi per l’ambiente e il clima, cercando di rendere meno inquinanti le proprie attività anche se il percorso verso una totale neutralità carbonica è un percorso ancora lungo e articolato.

Il traguardo appena raggiunto rappresenta un primo passo per raggiungere gli obiettivi dell’azienda di azzerare le emissioni proprie di gas a effetto serra entro il 2030, ma la sfida più grande è il raggiungimento del cosiddetto ‘net zero‘ cioè la neutralità carbonica non solo propria, ma di tutta la sua catena del valore (dai fornitori, i dipendenti, fino ai clienti) entro il 2040.

Nell’anno fiscale 2021, il 96% del fabbisogno energetico totale di Vodafone è stato soddisfatto mediante l’acquisto di elettricità. Con l’annuncio di oggi il 100% dell’elettricità acquistata da Vodafone in Europa proverrà da fonti rinnovabili, anche quando Vodafone è ospite su siti di terze parti.

Photo by Mario Caruso on Unsplash

PIù POPOLARI

La protezione del clima è un diritto umano, la prima sentenza che lo stabilisce

L'Associazione delle Donne Senior Svizzere per la Protezione del Clima ha ottenuto una storica vittoria presso la Corte Europea dei Diritti dell'Uomo. La Corte...
Giornata Mondiale della Terra 2024: Pianeta versus plastica?

Giornata Mondiale della Terra 2024: pianeta versus plastica?

Il 22 aprile di ogni anno il mondo celebra la Giornata Mondiale della Terra. L’Earth Day nasce il 22 aprile 1970 con l’obiettivo di...

plastiKO

La questione della plastica emerge come uno dei simboli più palpabili e diffusi della nostra crisi ambientale. Questa serie è un viaggio attraverso i danni che abbiamo causato, ma è anche un inno alle possibilità di rinnovamento e riparazione che stanno emergendo in questo campo.
rifiuti plastica

20mila Tour Eiffel fatte di plastica

C'è una data che rappresenterà nel 2024 il giorno in cui potremmo dire che il mondo ha raggiunto la sua capacità massima di gestione...
RAEECycling innovazione e sostenibilità

Innovazione + sostenibilità = RAEECycling

Greenvincible brevetta RAEECycling, un modello di riciclo dei RAEE a basso impatto ambientale e di grande efficienza economica.