Dalla prigione al PhD

Stephen Akpabio-Klementowski, galeotto, laureato, spacciatore, padre. Parole che tutte insieme non ti dicono realmente chi è una persona. Una storia di speranza e ispirazione.

Stephen Akpabio-Klementowski, la sua è una storia di speranza che vuole ispirare a non fermarsi alle etichette di una parola.

Un’infanzia difficile, dopo la morte del padre in un incidente stradale resta fortemente scioccato. Inizia a guardare il mondo con negatività e cade nella trappola della droga.

Quando la sentenza di 16 anni per spaccio lo chiude in carcere, inizialmente non parla.

Ma qualcuno lo incoraggia a non mollare e investire sulla sua formazione e da lì inizia il cambiamento.

Ho trovato la mia libertà nella mente. Devi ricordare che hai la capacità di imparare. Che hai la capacità di cambiare la tua vita. C’è un tesoro in ciascuno di noi.

Nel video racconta come le barriere più grandi fossero nella sua mente.

Video tratto da un progetto BBC in collaborazione con Open University.

Più Popolari

auto privata

Auto privata, ha ancora senso?

Il 14 Gennaio 2020 la più grande società di investimenti al mondo, Black Rock, annunciava di voler mettere la sostenibilità al centro...

Giorgio Vacchiano, il cambiamento climatico è un problema sociale, non ambientale

“La parola scienziato mi impressionava da bambino, invece ora mi ritrovo ad usarla per descrivermi” - così Giorgio Vacchiano rompe il ghiaccio...

The Good in Town, un nuovo viaggio

Siamo tutti in viaggio verso una nuova era. Non mi riferisco al new normal del dopo Covid, ma all’era della sostenibilità,...
leaders for climate action

Leaders for climate action, 726 imprenditori europei high-tech si mobilitano

Delivery Hero, BlaBla Car, Wefox, Zalando, Ecosia, GetYourGuide, Flixbus, Glovo, Cabify, WeWork e poi fondi di venture capital come eVentures, Heartcore Capital,...
Anna Micossi manager

Cosa c’è dietro una manager, il fattore Epsilon di Anna Micossi

Anna Micossi ha cominciato a interessarsi di sostenibilità ai tempi dell’università e sulla responsabilità sociale d’impresa ci ha fatto anche la...