Isola Bio, 1000 ettari, 35 famiglie contadine e 1 impegno per il bene comune

Abafoods è la società benefit dietro il noto marchio di bevande vegatali e prodotti per il #breakslow

Una distesa di campi per coltivazioni biologiche che va dal Veneto alla Puglia, passando per l’Emilia Romagna e il Molise. Più di mille ettari di terreno coltivato da circa 35 famiglie di agricoltori.

Questo è quello che c’è dietro il marchio Isola Bio, di proprietà di Abafoods, società benefit e tra le oltre 3000 aziende con certificazione B-Corporation, che produce bevande vegetali.

Filiera controllata

Nel 2007, la società con sede a Badia Polesine (provincia di Rovigo) ha deciso di produrre autonomamente le materie prime delle bevande vegetali Isola Bio, fondando l’azienda agricola La Goccia. È stato il primo passo verso la costituzione di una filiera totalmente biologica e controllata che ha permesso loro di ottenere diverse certificazioni nel comparto biologico.
La sostenibilità parte dalla produzione, grazie a continui investimenti sulla tecnologia: l’impianto di cogenerazione, ad esempio, permette di recuperare il 40 per cento di energia dagli stessi processi produttivi. Un altro 58 per cento proviene, invece, da fonti di energia rinnovabile, mentre il restante 2 per cento viene restituito dall’impianto fotovoltaico.

Biodiversità

Un altro tema che viene sviluppato da Isola Bio è quello della biodiversità: in particolare ha realizzato una filiera dell’avena rispettosa dell’ambiente, rifiutando l’uso di agenti chimici, promuovendo lunghe roteazioni e un ecosistema integro in cui flora e fauna sono salvaguardate.

Operazione #breakslow: un impegno anche per il benessere dei consumatori

Nel 2019 Isola Bio ha lanciato una nuova linea di prodotti ‘masticabili’ e alternative allo yogurt. La società ha sposato la filosofia del #breakslow, ovvero la tendenza nata Oltreoceano che fa della colazione lenta un rituale da condividere con le persone a cui si vuole bene o un momento che genera buonumore, stimoli positivi e permette di nutrire meglio il nostro organismo per affrontare la giornata.

PIù POPOLARI

La protezione del clima è un diritto umano, la prima sentenza che lo stabilisce

L'Associazione delle Donne Senior Svizzere per la Protezione del Clima ha ottenuto una storica vittoria presso la Corte Europea dei Diritti dell'Uomo. La Corte...
Giornata Mondiale della Terra 2024: Pianeta versus plastica?

Giornata Mondiale della Terra 2024: pianeta versus plastica?

Il 22 aprile di ogni anno il mondo celebra la Giornata Mondiale della Terra. L’Earth Day nasce il 22 aprile 1970 con l’obiettivo di...

plastiKO

La questione della plastica emerge come uno dei simboli più palpabili e diffusi della nostra crisi ambientale. Questa serie è un viaggio attraverso i danni che abbiamo causato, ma è anche un inno alle possibilità di rinnovamento e riparazione che stanno emergendo in questo campo.
rifiuti plastica

20mila Tour Eiffel fatte di plastica

C'è una data che rappresenterà nel 2024 il giorno in cui potremmo dire che il mondo ha raggiunto la sua capacità massima di gestione...
RAEECycling innovazione e sostenibilità

Innovazione + sostenibilità = RAEECycling

Greenvincible brevetta RAEECycling, un modello di riciclo dei RAEE a basso impatto ambientale e di grande efficienza economica.