Quel che c’è dietro Slow Food

Slow Food Promozione è la società benefit braccio operativo del famoso brand del cibo sostenibile

Educare al “buon” cibo. Così nasce Slow Food Promozione, la società con sede a Bra (Cuneo) che nel 2016 è diventata società benefit e, nel 2019, ha ricevuto il riconoscimento internazionale come B-Corporation. È il braccio operativo di Slow Food Italia, partecipata al 100 per cento, di cui condivide i valori e porta avanti le finalità. L’amministratore delegato è Daniele Buttignol e il presidente è Pierluigi Piumatti.

Tra le attività principali della società c’è l’organizzazione di grandi eventi come il Salone del Gusto e Terra Madre, Cheese (Bra), Slow Fish (Genova).

ll contrasto al cambiamento climatico, la tutela della biodiversità, la lotta per preservare la salute dell’ambiente e delle persone necessitano di un impegno continuativo, per questo motivo Slow Food Promozione si impegna a favorire la conoscenza delle produzioni, dei produttori, dei territori che si muovono in questa nuova direzione e crea le condizioni ideali per l’incontro di questi soggetti con la comunità di cittadini e consumatori.

Tutti gli eventi promossi dalla società benefit devono avere come primo requisito quello della sostenibilità ambientale e dell’inclusione sociale di tutti i soggetti. A chi si rivolgono queste iniziative? A tutti i consumatori, i produttori (agricoltori, artigiani, pescatori, pastori), gli educatori e i formatori, i cuochi, soprattutto microimprenditori che operano sui territori creando sinergie per far sviluppare dei piccoli ecosistemi produttivi.

Una parte importante dell’attività di Slow Food Promozione consiste nella continua e costante attività di educazione al gusto e alla formazione in campo alimentare e ambientale, per poter orientare le scelte verso acquisti e consumi consapevoli, che migliorano lo stato di salute fisico, aumentano il piacere conviviale, rispettano gli ecosistemi e i diritti di chi il cibo lo produce.
Tra le attività di Slow Food Promozione ci sono anche le consulenze rivolte a quei soggetti che intendono introdurre elementi di innovazione legati alla produzione e alla trasformazione del cibo nella propria filiera.

Gli eventi Slow Food in pandemia

Come molti altri eventi che avevamo la possibilità di frequentare in presenza, anche quelli come Terra Madre – Salone del Gusto hanno dovuto fare i conti con il lockdown e trovare una dimensione nuova nel digitale, mantenendosi fedele a quelli che sono i suoi obiettivi anche divulgativi sui temi dell’educazione alimentare e ambientale.

Un evento ibrido, parte in presenza e parte online

Nell’edizione partita a ottobre 2020 l’evento si trasforma e diventa una piattaforma digitale.

“Abbiamo fatto una vera rivoluzione: la pandemia di Covid-19 ci ha stimolato a organizzare un evento diverso» aveva detto Carla Coccolo, responsabile degli eventi Slow Food. «Abbiamo pensato a un format che coniughi eventi on line e in presenza, iniziative che portino il pubblico a incontrare direttamente i produttori nei loro luoghi di lavoro o assistere comodamente da casa a convegni con studiosi di tutto il mondo o, ancora, imparare i segreti per la preparazione di una focaccia o del sidro”.

Così Terra Madre – Salone del gusto è cominciato a ottobre 2020 e si chiuderà ad aprile 2021. Le attività di Slow Food online si sono fortemente potenziate e offrono un calendario di webinar e conferenze online molto interessante, distribuiti su più mesi e una molteplicità di formule, in particolare i video ruotano intorno a serie video e webinar interattivi.

Foto di copertina: a Milano la Festa del Contadino in tempi di Covid, nella piazza XXV aprile dove ha sede Eataly

PIù POPOLARI

imprenditrici top

La mappa delle imprenditrici innovative top nel mondo

Spesso si dice che per ridurre la disparità di genere sia necessario anche spronare le donne a osare di più e che possa essere...

Fare il meglio con quello che si ha, la svolta green parte dai piccoli...

Una rivoluzione green. È la promessa con la quale si appresta a iniziare il 2021: maggiore attenzione non soltanto all’ambiente in sé ma soprattutto...
Riccardo Pozzoli

Riccardo Pozzoli, soldi e successo non sono abbastanza

Ci tre cose che mi hanno colpito di Riccardo Pozzoli: l’intraprendenza, la capacità di comunicare (on e offline), la sua elegante semplicità. Semplicità che probabilmente...
auto privata

Auto privata, ha ancora senso?

Il 14 Gennaio 2020 la più grande società di investimenti al mondo, Black Rock, annunciava di voler mettere la sostenibilità al centro delle proprie...

Giorgio Vacchiano, il cambiamento climatico è un problema sociale, non ambientale

“La parola scienziato mi impressionava da bambino, invece ora mi ritrovo ad usarla per descrivermi” - così Giorgio Vacchiano rompe il ghiaccio mentre gli...