Silvia Wang, la sostenibilità sociale comincia dalla cura di noi stessi

Silvia Wang, l’imprenditrice che ha fondato ProntoPro, lancia una nuova impresa che vuole aiutare le persone a prendersi cura del benessere mentale rendendo più accessibile e facile trovare un supporto professionale

E’ appena diventata mamma, ma per lei non c’è mai sosta: lo spirito imprenditoriale è scritto a chiare lettere nel suo DNA ed è ciò che l’ha spinta ad avviare dallo scorso giugno una nuova società.

Silvia Wang, nasce nel 1986 a Milano da genitori cinesi e cresce a Brescia. Si laurea con lode in Marketing Management all’università Bocconi di Milano mentre aiuta i genitori nel ristorante di famiglia. Nel 2012 si trasferisce all’estero e lavora presso diverse aziende digitali innovative. Forte di queste esperienze, nel 2015 torna in Italia e fonda, con il marito Marco Ogliengo, ProntoPro. In 2 anni, la società diventa il principale sito di servizi professionali in Italia. Silvia è poi uscita da ProntoPro all’inizio del 2021, vendendo le sue quote, forse perchè stava già lavorando a un’altra idea: Serenis, un sito che aiuta a ritrovare il benessere mentale e di relazione.

“Il tema del benessere mentale mi è caro da sempre perché ne ho avuto esperienza in prima persona. – ci racconta Silvia – La decisione di fondare Serenis è nata, invece, durante il COVID quando ho capito che sarebbe stato utile per molti altri. Ho capito che potevo fare qualcosa con un grande impatto sociale e questo per me è importante”.

Il problema dei disagi mentali in aumento, soprattutto nei Paesi a più alto reddito, era già sotto stretta osservazione prima del Covid.

Ma nell’ultimo anno la richiesta di supporto psicologico in Italia è cresciuta del 40% e ad essa si accompagna anche una terribile carenza di strutture e personale nell’assistenza pubblica, cosa che ovviamente rende poco democratica la possibilità di curarsi.

Ne abbiamo parlato di recente anche riguardo a bambini e adolescenti, tra i più colpiti in relazione ai disagi psicologici causati, o acutizzati, dal Covid. Un problema di cui si interessa l’Unicef e diverse altre organizzazioni.

“Ho voluto creare una realtà in grado di sostenere chi vuole intraprendere un percorso di benessere mentale, con una garanzia di qualità, scientificità e personalizzazione” aggiunge Silvia.

Cos’è Serenis?

Serenis è un sito di psicologi e psicoterapeuti online, dove è possibile trovare facilmente un supporto specialistico. Non è semplicemente una vetrina di professionisti: sulla piattaforma si svolge prima di tutto un questionario che ci aiuta a mettere a fuoco il nostro reale problema per individuare di conseguenza il professionista più adatto. Questo è già un primo aiuto, poichè spesso chi ha disagi psicologici o nella vita di relazione (di coppia, o con i figli) ha difficoltà a capire chiaramente quale sia il problema.

A seguito di questo test guidato è possibile prenotare una prima visita gratuita, successivamente le visite costano 45 euro, un prezzo decisamente onesto rispetto alla media del settore, e le sedute si svolgono online, in videochiamata, accessibili da ovunque. Tutti gli psicoterapeuti sono altamente qualificati ‘superano un processo di selezione a numero chiuso, vagliato da un ente indipendente – racconta Wang.

“Credo che la sostenibilità in particolare quella sociale sia una parte integrante di Serenis. La nostra missione è rendere il benessere mentale più accessibile perché noi siamo la nostra mente prima di tutto, tutti dovremmo prendercene cura, senza vergogna e senza stigma. In quest’ottica, la sostenibilità sociale si sposa perfettamente con Serenis perché credo fortemente che, star bene mentalmente porti beneficio non solo alla singola persona ma anche alle persone vicine, alimentando un circolo virtuoso di benessere sociale e di conseguenza di sostenibilità sociale”.

Silvia Wang, come dicevamo in precedenza, ha già una precedente esperienza d’impresa alle spalle, ProntoPro, anche questa nata dall’idea di creare un’azienda che avesse impatto sociale, favorendo il lavoro di tanti piccoli professionisti indipendenti. Le sue capacità e competenze le sono valse anche l’inserimento nella lista delle “Inspiring Fifty” italiane (2018), le 50 donne più influenti nel mondo della tecnologia.

Cosa significa essere una imprenditrice digitale donna in Italia, ci sono state difficoltà?

“Quando ho avviato la mia prima azienda, ci sono state tantissime difficoltà. In primis farsi considerare. Quindi, posso confermare che per una donna imprenditrice in Italia, la strada è più dura che per un imprenditore uomo. Ma per Serenis, come imprenditrice bis, devo dire che è stato tutto più semplice e non ci sono state particolari difficoltà in quanto donna”.

Silvia Wang
Una bellissima immagine di Silvia Wang felice e al lavoro con il suo pancione. ‘Ho cominciato a pensare a Serenis quando ho scoperto di essere incinta e la gravidanza l’ho passata lavorando al lancio di Serenis che è capitato proprio al nono mese, quindi mi sembrava d’obbligo fare la foto con il pancione.  Spero che porti anche un messaggio di forza per tutte le donne, un invito a non rinunciare ai propri sogni’ afferma Silvia.

Che consiglio potresti dare ad altre donne che vogliano intraprendere questa stessa carriera? qual è il primo passo per lavorare nel digitale e come conciliare lavoro e famiglia?

” Alle giovani donne il consiglio che do sempre è di trovare un lavoro in una startup, perché ti forma in modi e con una velocità che nelle altre aziende ci vorrebbero anni. In generale, il primo passo è sempre capire cosa si vuole fare (l’imprenditrice o meno, in quale settore, cosa ti motiva, …) e poi muoversi di conseguenza facendo letteralmente il “primo passo”, la maggior parte delle persone che vogliono fare un’azienda, infatti, non riescono mai a lanciarsi. Spesso proprio perché si pensa alle varie difficoltà, tra cui conciliare lavoro e
famiglia. La verità è che non ci sarà mai il momento perfetto dove tutto si allinea e ti capita la soluzione pronta. Quindi bisogna darsi delle priorità e delle regole”.

PIù POPOLARI

Outdoor Education, cosa significa e perché oggi è così importante

“Dimmelo e lo dimenticherò, insegnamelo e forse lo ricorderò. Coinvolgimi e lo imparerò “ Benjamin Franklin In questa circostanza così inedita e inaspettata come quella...
bilancio di sostenibilità

Cos’è il Bilancio di sostenibilità, in poche parole

Se ne sente parlare sempre di più: il bilancio di sostenibilità (o bilancio/report non finanziario o DNF) è il documento attraverso il quale un'azienda...
digital health

Digital health and Me

31 dicembre 2019: le autorità cinesi informano il China Country Office dell'Organizzazione Mondiale della Sanità di aver identificato un nuovo tipo di coronavirus. Da...
società benefit

Società Benefit: cosa sono, vantaggi, come diventarlo

Cos'è la Società Benefit La Società Benefit è una forma giuridica d’impresa che persegue, impegnadosi nel proprio Statuto costitutivo, sia obiettivi economici che precise...
sostenibilità digitale

Buongiornissimo. Guida alla sostenibilità digitale

Esiste un inquinamento dormiente. E' il costo ambientale nascosto della nostra vita digitale. Anche quel 'buongiornissimo' che spesso viaggia su Whatsapp da una persona...