Dalla parte delle api: 3Bee ha contagiato 200 aziende

Grazie alla giovane società innovativa 3Bee possiamo vedere una risposta concreta per la salvaguardia delle api: 200 aziende si sono prese cura di 800 alveari

Nata nel 2017 a Villa Guardia (CO) da un’intuizione di Niccolò Calandri e Riccardo Balzaretti, 3Bee è una giovane società che ha ideato un sistema hi-tech di monitoraggio degli alveari che permette di prevenire negli stessi malattie e morie di questi insetti così importanti e oggi così a rischio. In soli tre anni è riuscita ad affermarsi nel campo dell’apicoltura e ha raggiunto importanti risultati anche come giro d’affari, costruendo un importante network internazionale: è, infatti, presente in 26 Paesi del mondo, tra i quali – oltre all’Italia, dove si trova il quartiere generale dell’azienda – Spagna, Russia, Australia e Mozambico.

Il bello di questa società è che non solo ha creato questo sistema di sensori ad alta tecnologia efficientissimo, ma, per promuovere al massimo la tutela delle api, ha trovato un sistema per coinvolgere le aziende affinchè ‘adottino’ uno o più alveari.

Come spesso ricordiamo nei nostri articoli sempre più aziende in Italia e nel mondo si sentono in dovere di fare di più per l’ambiente, la comunità, le persone e possono farlo realizzando progetti definiti di ‘responsabilità sociale d’azienda’ (in inglese Corporate Social Reponsability, usato spesso con l’acronimo di CSR).

3Bee punta proprio su questo e offre alle aziende la possibilità di realizzare un progetto di CSR molto bello e utile come la tutela delle api.

Nell’ultimo anno la società ha registrato una crescita del fatturato 200% e l’avvio di oltre 200 progetti di Corporate Social Responsability, che hanno permesso di garantire il monitoraggio di 800 alveari.

Complessivamente, i sensori 3Bee sono stati installati da oltre 2.000 apicoltori, riducendo del 33% annuo del tasso di mortalità di una colonia, consentendo all’apicoltore di monitorare e analizzare i dati all’interno dell’alveare, ottimizzandone il posizionamento nelle zone a più alta intensità di nettare. L’applicazione di questi sistemi consente, quindi, la salvaguardi delle api ma anche un aumento della produttività economica dell’apicoltore. Negli ultimi tre anni, in Europa sono stati commercializzati oltre 4.000 dispositivi 3Bee, contribuendo alla diffusione dei principi e dei vantaggi dell’apicoltura sostenibile.

“Siamo orgogliosi dei risultati raggiunti, frutto di un costante impegno di un team giovane (la cui età media è 30 anni), spinto da un forte senso di responsabilità nei confronti del settore apistico e dell’intera filiera” – ha dichiarato Niccolò Calandri, CEO di 3Bee. “Il nostro sguardo è rivolto al futuro. Perseguendo il motto “Pollinate the Planet” continueremo a portare il nostro contributo verso tutti gli stakeholder, nella consapevolezza che, nello scenario contemporaneo, il ruolo delle imprese sia quello di essere parte integrante delle comunità in cui operano, creando circoli virtuosi e scatenando energie positive sull’ecosistema”.

Ricordiamo che l’iniziativa di 3Bee “Adotta un Alveare” è dedicata anche a privati, non solo aziende, e coinvolge già oltre 50 milioni di persone.

Tutti possiamo fare qualcosa per il nostro pianeta, anche adottare un alveare e contribuire alla tutela delle api!

PIù POPOLARI

La protezione del clima è un diritto umano, la prima sentenza che lo stabilisce

L'Associazione delle Donne Senior Svizzere per la Protezione del Clima ha ottenuto una storica vittoria presso la Corte Europea dei Diritti dell'Uomo. La Corte...
rifiuti plastica

20mila Tour Eiffel fatte di plastica

C'è una data che rappresenterà nel 2024 il giorno in cui potremmo dire che il mondo ha raggiunto la sua capacità massima di gestione...

plastiKO

La questione della plastica emerge come uno dei simboli più palpabili e diffusi della nostra crisi ambientale. Questa serie è un viaggio attraverso i danni che abbiamo causato, ma è anche un inno alle possibilità di rinnovamento e riparazione che stanno emergendo in questo campo.
neom

NEOM, il folle progetto di una megalopoli sostenibile nel deserto

Nel 2017, il principe ereditario dell’Arabia Saudita Mohammed bin Salman ha annunciato NEOM, un progetto utopistico e apparentemente folle di una megalopoli nel deserto...
tutti i bonus con bonoos

Tutti i bonus con Bonoos

Quante opportunità di miglioramento del reddito perdiamo a causa della scarsa informazione? Parecchie! Ora la società benefit Bonoos lavora con le aziende per rendere facilmente accessibili tutte le agevolazioni pubbliche.