CAUTO, economia circolare in salsa bresciana

A Brescia, da 25 anni, la rete di cooperative sociali CAUTO è un caso di successo dell'economia circolare

Sabato scorso ho fatto un giro in centro a Brescia. Sono passata davanti a uno dei licei storici della città mentre l’inserviente chiudeva il cancello. Mi sono ritrovata a fare la strada insieme a un gruppo di studentesse appena uscite da sei ore di lezione che, ancora con lo zaino in spalla e senza nemmeno fermarsi per pranzo, hanno puntato verso Spigolandia, il negozio dell’usato dove ero diretta anch’io.
Pochi minuti più tardi, eravamo tutte intente a far scorrere freneticamente i vestiti sugli stand, alla ricerca del pezzo forte da portare assolutamente a casa con noi.
In quel gruppo di adolescenti appassionate di capi vintage ho rivisto me stessa alla loro età, che rovistavo negli stessi cesti. E quando una di loro ha detto: “Guardate questi pantaloni, sono troppo anni ’90!” mi sono sentita vintage anch’io.
Vero è che, per i corsi e ricorsi della moda, ho visto sfilare sulle passerelle magliette corte e pantaloni a vita bassa come quelli che portavo alle superiori. Ma adesso non riuscirei più a rientrarci, per questioni di taglia e soprattutto di nostalgia.

Fonte: Instagram @spigolandia

Cantiere sociale

Spigolandia è solo una delle tante iniziative sviluppate da CAUTO, una rete di cooperative sociali che opera sul territorio di Brescia da oltre 25 anni.
Il nome CAUTO nasce dall’unione dei termini “cantiere” e “autolimitazione”, i valori fondanti dell’impresa.
La parola Cantiere pone l’accento sulla valenza del lavoro come strumento per acquisire dignità, relazioni e inclusione, specialmente in situazioni di disagio sociale.
L’Autolimitazione invece consente di ridurre a monte il bisogno, per passare dal consumo e dallo sfruttamento alla trasformazione.
CAUTO è quindi un laboratorio che trasforma le persone fragili, rifiutate dal mercato del lavoro e ai margini della società in una risorsa, reimmettendole in un contesto lavorativo e sociale. A loro volta, questi lavoratori riservano lo stesso trattamento agli oggetti: scartati dai negozi o donati da privati, vengono selezionati, riparati e rivenduti, per ottenere fondi da reinvestire nelle attività comuni.
Nulla si crea, nulla si distrugge, tutto si trasforma.

Attenzione all’ambiente

L’approccio ecologico permea ogni iniziativa di CAUTO: le opportunità offerte dalla valorizzazione dell’ambiente consentono di creare nuovi posti di lavoro.
Non a caso, uno dei servizi storici offerti dalla cooperativa è la raccolta e il trasporto dei rifiuti, che dal 1999 è stata affiancata dalla raccolta degli abiti usati.

Fonte: Instagram @spigolandia

Con l’intento di dare un “Nuovo senso alle cose” vengono sviluppate attività che innescano economie di prossimità e di bene comune.
È il caso della Dipensa Sociale: nata con l’intento di recuperare le derrate alimentari scartate presso l’Ortomercato di Brescia per distribuirle a una comunità per minori, è cresciuta fino a gestire le eccedenze e i rifiuti prodotti dai punti vendita e dai supermercati della Grande Distribuzione Organizzata (GDO) nel territorio di Brescia e provincia.
Questo modello sostenibile genera ricadute positive sul territorio, di due tipi.
Ambientali: una riduzione dell’85% dei rifiuti indifferenziati prodotti da ciascun punto vendita e delle emissioni di CO2 dovute al loro smaltimento.
Sociali: il riuso di beni alimentari attraverso la redistribuzione a scopo sociale e l’inclusione grazie agli inserimenti lavorativi.

I negozi

La sintesi tra economia circolare e approccio ecologico che da sempre guida le iniziative di CAUTO viene declinata in tante forme diverse.
Come spiegato nello statuto: “Ci nutriamo di dialoghi, troviamo le regole, costruiamo case in cui dare forma alle nostre idee”. Luoghi aperti allo scambio, come quelli che vi presento.

Ausilioteca

Servizio che si occupa del recupero, della revisione e della redistribuzione di attrezzature e presidi medico-sanitari dismessi dai presidi del territorio, grazie al lavoro di personale altamente specializzato.
In Ausiloteca si possono acquistare o noleggiare ausili a tariffe convenzionate. Naturalmente viene fornita assistenza e manutenzione, sia in negozio a domicilio (e perché no, anche su strada) o tramite un’officina mobile.

Spigolandia e Spigo

Negozi di seconda mano in cui trovare abbigliamento, accessori per la casa, mobili e libri.
La filiera di reperimento della merce in esposizione parte dal recupero di ciò che viene scartato e passa dalla selezione e lavorazione dei beni. Spigolandia è anche un luogo di raccolta, in cui i cittadini possono portare oggetti da donare o da lasciare in conto vendita.

L’economia circolare è alla portata di tutti, quando si sceglie di dare una seconda vita alle cose, rigenerandole senza creare scarti. Come sintetizzato dal motto AMO, VIVO e RIGENERO che guida ogni iniziativa.

Grazie ai negozi della rete CAUTO, lo shopping diventa buono, in tre declinazioni del temine.

ECOLOGICO: tutto ciò che si trova in negozio è recuperato attraverso servizi ecologici e attività ambientali.
ETICO: il negozio è un laboratorio ideale per realizzare percorsi di inserimento lavorativo per persone con gravi difficoltà.
ECONOMICO: i prezzi sono contenuti. La filiera della valorizzazione dei beni scartati genera economia circolare e di prossimità: riduce i costi di smaltimento dei rifiuti e genera occupazione, diminuendo i costi sociali dell’intera collettività.

Per ottenere maggiore visibilità, CAUTO ha aperto Spigo, un negozio più piccolo, all’interno di Elnòs shopping, un centro commerciale a pochi chilometri da Brescia. Una scelta provocatoria e insieme un’abile opera di sensibilizzazione: le sue vetrine sono a fianco di quelle dei grandi brand di fast fashion. L’obiettivo è promuovere un modello di consumo basato su buone prassi di non spreco e riuso, in un ambiente che predica il consumismo più sfrenato.
Attraverso il progetto “Vetrine d’autore” Il negozio ospita a rotazione le creazioni di artigiani specializzati nel riciclo creativo, dando loro una visibilità altrimenti impossibile da ottenere nei classici circuiti del retail.

Fonte: Instagram @spigolandia

In occasione dell’apertura di Spigo, CAUTO si è affidata a un’agenzia di comunicazione di Brescia, VoxArt, per rinfrescare l’immagine del brand.
In un’ottica di legame con il territorio, per la campagna di comunicazione VoxArt ha coinvolto il fotografo Giuliano Radici, che ha scelto di realizzare gli shooting con modelli in total look second-hand in tre luoghi simbolo del territorio bresciano: la Riserva Naturale delle Torbiere del Sebino di Iseo, il Parco delle Cave di Brescia e la spiaggia di San Felice del Benaco sul Lago di Garda. Tre specchi di acqua, tre luoghi bellissimi ed allo stesso tempo tre ecosistemi fragili da tutelare e proteggere.

Fonte: VoxArt

Le immagini della campagna si trovano sul profilo instragram di Spigolandia, affiancate da consigli su come restaurare mobili, e dati sull’inquinamento causato dall’industria del fashion. Perché la comunicazione resta lo strumento più importante utilizzato da CAUTO per promuovere il consumo responsabile. E noi speriamo ci siano sempre più persone disposte ad ascoltare.

PIù POPOLARI

Fotografia dell'Orchestra Esagramma al Festival In&Aut

Inclusione e autismo: due parole che il lavoro sa unire con grande efficacia

Con una giusta preparazione e il supporto di strumenti appropriati si possono utilizzare le capacità delle persone autistiche in un contesto lavorativo professionale
Europee 2024: l'appello della scienza

Europee 2024: l’appello della scienza

L'articolo riporta l'appello della comunità scientifica ai candidati alle elezioni europee del 2024. E' importante basare le proprie scelte sulle evidenze scientifiche.
forest bathing

Forest bathing e forest therapy, cosa sono e perché sono differenti

Cos’è il forest bathing? Forest bathing è la traduzione inglese del termine giapponese 'shinrin-yoku'. In italiano il termine inglese è molto utilizzato, ma a volte...
ddl zan

Ddl Zan bocciato al Senato. Cosa voleva e perché non è passato

Non è legge il Ddl Zan e non è legge per 23 voti. Voti mancati al centrosinistra per far approvare la legge che porta...
impatto ambientale guerra in Ucraina

L’impatto ambientale della guerra

Ogni guerra provoca danni all’uomo e all’ambiente. Parlare dell’impatto ambientale di una guerra non è facile, pensando alle persone che hanno perso la vita,...