Consumi sostenibili, dal Black Friday al Green Side

Nel 2021 l’economia dell’usato ha coinvolto 23 milioni di persone per un valore generato di 24 miliardi di euro, pari all’1,4% del PIL. La piattaforma italiana Subito ha lanciato un'iniziativa di comunicazione per rendere il Black Friday più sostenibile

Chi più, chi meno, in molti attendono il black friday come un’occasione di shopping all’insegna del risparmio, specialmente in periodi come questo pre natalizio.

Purtroppo, la corsa all’acquisto genera anche degli impatti ambientali: nel 2021, il Black Friday ha generato una spesa di circa 1,8 miliardi di euro, immettendo in un solo giorno nell’atmosfera oltre 429mila tonnellate di CO2 – come andare in aereo 435 volte da Londra a New York e viceversa (Fonte: studio svolto da Money.co.uk per il Black Friday 2021).

Ripensando al nostro shopping con questi dati in mente, siamo proprio sicuri che abbiamo assolutamente bisogno di un nuovo paio di scarpe? Pensa che per produrle ci sono ben 360 fasi di lavorazione ad alta intensità di carbonio. E una nuova console di gioco? Le console sono composte da alcuni metalli preziosi e rari, come oro, rame, piombo, litio e cobalto, la cui estrazione e lavorazione determinano un enorme consumo di energia e acqua, nonché danni ambientali.

Come possiamo fare per rendere i nostri acquisti più sostenibili? La prima cosa è stabilire se siamo vittime di shopping compulsivo o quell’acquisto ci serve davvero, questo è in assoluto il primo passo importante per diventare dei consumatori responsabili.

Il secondo passo è invece quello di rivolgersi al mercato dell’usato, oggigiorno molto diffuso e agevolato anche da diverse app.

Subito, brand che in Italia per il mercato delle auto di seconda mano ha una storia che precede le app, ha lanciato una nuova campagna di comunicazione per sostenere abitudini di acquisto più sostenibili. Si chiama The Green Side e vede la collaborazione anche di Too Good To Go, l’app per non sprecare il cibo; e Comieco, il Consorzio Nazionale Recupero e Riciclo degli Imballaggi a base Cellulosica.

grafica della campagna green side
Grafica della campagna di Subito

The Green Side è il lato sostenibile, il lato verso il quale possiamo spostarci anche con piccole scelte di ogni giorno (o del Balck Friday!), ma è importante conoscere quale sia la dark side di ogni prodotto.

I mercati dei prodotti di seconda mano sono un pilastro dell’economia circolare perché permettono di allungare la vita di un bene e di evitare i costi ambientali della sua dismissione in discarica; allo stesso tempo si evita la produzione del corrispettivo nuovo, con risparmio di materie prime e emissioni di CO2.

Sono propri i dati generati da Subito a confermarci questi vantaggi: sulla piattaforma italiana, che non è l’unica app per acquisti di questo tipo, nel 2021, grazie a 24 milioni di compravendite è stata evitata l’emissione di 5,6 milioni di tonnellate di CO2, che corrispondono all’azzeramento dell’impronta ambientale di 770.000 italiani e a questo si aggiunge il risparmio anche di materie prime: 2,2 milioni di tonnellate
di acciaio, 202 mila tonnellate di alluminio, 319 mila tonnellate di plastica. Nel 2021 l’economia dell’usato ha coinvolto 23 milioni di persone per un valore generato di 24 miliardi di euro, pari all’1,4% del PIL.

PIù POPOLARI

La protezione del clima è un diritto umano, la prima sentenza che lo stabilisce

L'Associazione delle Donne Senior Svizzere per la Protezione del Clima ha ottenuto una storica vittoria presso la Corte Europea dei Diritti dell'Uomo. La Corte...
rifiuti plastica

20mila Tour Eiffel fatte di plastica

C'è una data che rappresenterà nel 2024 il giorno in cui potremmo dire che il mondo ha raggiunto la sua capacità massima di gestione...

plastiKO

La questione della plastica emerge come uno dei simboli più palpabili e diffusi della nostra crisi ambientale. Questa serie è un viaggio attraverso i danni che abbiamo causato, ma è anche un inno alle possibilità di rinnovamento e riparazione che stanno emergendo in questo campo.
neom

NEOM, il folle progetto di una megalopoli sostenibile nel deserto

Nel 2017, il principe ereditario dell’Arabia Saudita Mohammed bin Salman ha annunciato NEOM, un progetto utopistico e apparentemente folle di una megalopoli nel deserto...
tutti i bonus con bonoos

Tutti i bonus con Bonoos

Quante opportunità di miglioramento del reddito perdiamo a causa della scarsa informazione? Parecchie! Ora la società benefit Bonoos lavora con le aziende per rendere facilmente accessibili tutte le agevolazioni pubbliche.