Poke House, la catena del cibo sano diventa benefit

Partita da Milano è ora presente in 9 Paesi con 130 locali e mille dipendenti. Un grande successo che adesso consolida la sua anima sostenibile

La poke è un piatto di origine hawaiana molto fresco, nutriente, sano e molto personalizzabile. Un mix di ingredienti variegati e colorati, tagliati a pezzi, che comprende carboidrati come riso, verdura, frutta e insalata, proteine come pesce crudo o pollo. Diventato un piatto tra i più gettonati della cucina salutare, spopola in tutto il mondo.

In Italia spopola anche grazie a Poke House, una giovane società nata a Milano nel 2018 che in qualche anno ha aperto più di 130 locali in oltre nove Paesi e raggiunto oltre 1000 dipendenti.

Poke House è nata con attenzione alla sostenibilità – dalle materie prime al packaging e al welfare aziendale – e ha recentemente consolidato il proprio impegno in tema di sostenibilità cambiando il proprio statuto per trasformarsi in società benefit.

Matteo Pichi e Vittoria Zanetti ne sono i fondatori.

fondatori di Poke House, Matteo Pichi e Vittoria Zanetti
I fondatori di Poke House, Matteo Pichi e Vittoria Zanetti

Siamo felici e soddisfatti di questa modifica al nostro statuto che ci permetterà di guidare le future azioni nel rispetto dei principi di responsabilità per la creazione di valore condiviso nei confronti di tutti i nostri stakeholders” ha commentato Vittoria Zanetti Co-founder e Executive Director di Poke House. “Alcune iniziative sono già in atto, altre le implementeremo nei prossimi mesi per garantire armonia e benessere da un lato ai nostri dipendenti e dall’altro alla clientela con un’experience in store sempre più coinvolgente e meno impattante per l’ambiente” ha concluso Zanetti.

Diventare società benefit è un passo significativo per ogni azienda, che si assume così l’impegno a perseguire, insieme all’interesse economico, anche un impatto positivo nei confronti della collettività e del pianeta. Non si tratta, pertanto, di un traguardo, bensì di un punto di partenza virtuoso e innovativo che apre per la società un nuovo e lungo percorso volto a generare valore condiviso.

Nei prossimi mesi Poke House si impegnerà nella riduzione dei consumi energetici, nell’individuazione di soluzioni alternative in termini di proposte food – tra cui quelle vegane – e packaging e nella creazione di un piano di welfare aziendale con diverse iniziative di responsabilità sociale.

PIù POPOLARI

fondatori di empethy, startup che contrasta il randagismo

Empethy la piattaforma che facilita le adozioni di cani e gatti

Il randagismo è un grave problema per una società che si definisce civile. Cani e gatti sono in grado di vivere da soli, ma...
parco delle stagioni

Parco delle Stagioni, una Villa e la sua rivalorizzazione

In provincia di Vicenza, tra i comuni che costituiscono l’hinterland del capoluogo, c’è Costabissara e più o meno 7.400 costabissaresi. Poco lontano dalla chiesa...

Dandora e Atacama, i cimiteri del fast fashion

Abbiamo affrontato spesso il tema dell’abbigliamento second-hand, il cui acquisto potrebbe contribuire a rallentare la produzione di nuovi capi. Il fast fashion ormai è...
cani che fiutano la xylella degli ulivi

Xylella fastidiosa, arrivano i cani che la fiutano

Milioni di piante di ulivo - anche secolari - abbattute, milardi di danni per le perdite economiche e un nemico alieno: la xylella. Cos’è...
energia nucleare

Energia nucleare: i pro e i contro

Uno degli argomenti più discussi e controversi di cui si sta tornando a parlare proprio a proposito del riscaldamento globale è l’energia nucleare. Tutti noi...