Prada S.p.A., la sostenibilità nel DNA

Se non vedi il video devi accettare i cookie di marketing per visualizzarlo.

Il brand made in italy del lusso risponde così alle sfide della sostenibilità

Il Gruppo Prada è uno dei brand del fashion e del lusso più importanti al mondo, un’azienda del made in Italy che mantiene anche il suo quartier generale e le sue redini in Italia.

Come altri brand della moda, che sappiamo essere una delle industrie più inquinanti al mondo, ha in alcune occasioni dovuto fare i conti con una richiesta di maggiore attenzione ai temi ambientali, ma ha già da tempo intrapreso una serie di azioni concrete in relazione al miglioramento della carbon footprint, ha rinunciato alle pellicce, ha sottoscritto il Fashion Pact per la tutela degli oceani, ha avviato il piano per la sostituzione di tutto il suo nylon (tessuto che ha caratterizzato il marchio) con il re-nylon, ottenuto da materiale riciclato.

Lo scorso anno il marchio Prada è stato anche al centro di una brutta vicenda relativa alla discriminazione razziale partita dall’attivista e avvocata nera americana Chinyere Ezie, a seguito della quale il Gruppo Prada ha attivato una serie di azioni per migliorare la propria cultura e sollevare l’attenzione in ambito Diversity & Inclusion, a cominciare dalla nomina di un ‘council’ costituito da attivisti, artisti e personalità di spicco e di Malika Savell come Chief Diversity, Equity and Inclusion Officer di Prada North America.

“Il Gruppo Prada coltiva i talenti più diversi, inserendoli in tutte le divisioni dell’azienda. Oltre a dare voce alle minoranze nel mondo dell’industria, ci impegneremo affinché anche il settore della moda rifletta sulla realtà in cui viviamo.”  Miuccia Prada

Più Popolari

La protezione del clima è un diritto umano, la prima sentenza che lo stabilisce

L'Associazione delle Donne Senior Svizzere per la Protezione del Clima ha ottenuto una storica vittoria presso la Corte Europea dei Diritti dell'Uomo. La Corte...
Giornata Mondiale della Terra 2024: Pianeta versus plastica?

Giornata Mondiale della Terra 2024: pianeta versus plastica?

Il 22 aprile di ogni anno il mondo celebra la Giornata Mondiale della Terra. L’Earth Day nasce il 22 aprile 1970 con l’obiettivo di...

plastiKO

La questione della plastica emerge come uno dei simboli più palpabili e diffusi della nostra crisi ambientale. Questa serie è un viaggio attraverso i danni che abbiamo causato, ma è anche un inno alle possibilità di rinnovamento e riparazione che stanno emergendo in questo campo.
rifiuti plastica

20mila Tour Eiffel fatte di plastica

C'è una data che rappresenterà nel 2024 il giorno in cui potremmo dire che il mondo ha raggiunto la sua capacità massima di gestione...
RAEECycling innovazione e sostenibilità

Innovazione + sostenibilità = RAEECycling

Greenvincible brevetta RAEECycling, un modello di riciclo dei RAEE a basso impatto ambientale e di grande efficienza economica.