Abitudini sostenibili per irriducibili della sigaretta

Smettere di fumare è la miglior cosa: per avviarti sulla buona strada comincia da queste abitudini

Premettendo che la migliore abitudine sarebbe ‘non fumare’, ma questo già lo sai, abbiamo deciso di fornire qualche utile indicazione agli irriducibili della sigaretta. Abitudini per fare ‘meno danni’, per quel che si può.

La nostra redazione, composta 50% da ‘persone che non hanno mai fumato’ e il restante da ‘persone che hanno smesso di fumare’, si è rivelato un ottimo pensatoio per individuare quei 5 good habitz che possono rappresentare un approccio più sostenibile al fumo. (Che comunque ti caldeggiamo di abbandonare).

5 buone abitudini per fumatori (e per l’ambiente)

Getta i mozziconi negli appositi contenitori

Non si può vedere: chi getta rifiuti per terra, chi sputa, chi butta la mascherina, chi butta il mozzicone della sigaretta. Diciamolo, fa schifo, decisamente out e irrispettoso degli altri e dell’ambiente, in cui tu stesso vivi. Ti piacerebbe vivere in un posacenere?

Fuma sempre all’aperto

Siamo sicuri di non dover sottolineare il fatto che fumare in auto con i bambini è come mettergli la sigaretta in mano; che in generale nei luoghi chiusi pubblici oramai non si può più fumare da nessuna parte. Ma anche se sei da solo a casa tua, non fumare al chiuso e questo per diversi motivi: il fumo persiste in casa quindi ti farà ancora più male; il fumo si attacca ai tessuti, persino alla pelle e ai capelli, per cui tutto, anche tu, ‘puzzerà’; la nicotina è presente nel residuo lasciato dal fumo di sigaretta in un ambiente chiuso, noto anche come fumo di terza mano, e si deposita sulle cose, stai particolarmente attento se hai bambini piccoli in casa, che possono ingerire nicotina attraverso i giocattoli; se per fumare ti abitui ad andare sempre fuori, fumerai magari un po’ meno!

Bevi un bicchiere di acqua dopo ogni sigaretta

Spesso si dice che ‘il fumo ti si legge in faccia’. La pelle è uno degli organi maggiormente danneggiati dal fumo a livello visibile da tutti: è opaca, spenta, più gialla, più rugosa, disidratata. Tra i tanti danni, il fumo disidrata tantissimo la pelle e l’intero corpo. Ai fumatori si dice infatti di bere molto, per reintegrare e anche per eliminare le tossine. Eppure spesso sono proprio i fumatori e le fumatrici a bere di meno! Perciò vi diamo questo suggerimento: abbinate a ogni sigaretta almeno un bicchiere di acqua o una tazza di tisana calda.

Utilizza fiammiferi anzichè accendini

Qui torniamo alle ragioni ambientali: se parliamo di accendini usa e getta, è chiaro che la composizione plastica e anche il mix degli elementi che ne rendono difficoltosa la differenziazione va a discapito dell’ambiente. Pensa che ogni anno vengono venduti miliardi di accendini in tutto il mondo. Ma anche negli accendini ricaricabili è lo stesso gas usato – solitamente butano o metano – a generare vapori tossici. Molte persone si preoccupano del fatto che anche i fiammiferi essendo in legno siano causa della distruzione degli alberi, ma decisamente non c’è paragone con gli accendini usa e getta. Da valutare i cosiddetti accendini ‘green’.

Preferisci tabacco biologico e filtri biodegradabili

Anche qui abbiamo ragioni di tipo ambientale e per il tabacco anche relativamente alla salute. Chi fuma tabacco e non sigarette già fatte, dichiara sempre che è migliore perché è più umido e gustoso. Ma se si opta per il tabacco biologico è bene sapere che ‘si rinuncia’ anche a una notevole quantità di pesticidi e additivi chimici utilizzati per il tabacco e le sigarette tradizionali. A questo punto anche le cartine dovranno essere ‘eco’ e i filtri biodegradabili: tutti prodotti che si trovano facilmente in commercio, oramai.

Per chiudere: ogni sigaretta contiene almeno 4000 sostanza dannose di cui almeno 200 sono addirittura cancerogene. Ma esistono anche altri danni meno conosciuti che le sigarette sono in grado di provocare. Secondo l’OMS il tabacco uccide circa 7 milioni di persone l’anno e sarebbe responsabile del 25% di tutti i decessi per tumore a livello globale. Pensaci.

Puoi approfondire a questo indirizzo.

Smettere ti darà una grandissima forza interiore e sarai più forte e sano.

Ti potrebbero interessare

Più Popolari

La protezione del clima è un diritto umano, la prima sentenza che lo stabilisce

L'Associazione delle Donne Senior Svizzere per la Protezione del Clima ha ottenuto una storica vittoria presso la Corte Europea dei Diritti dell'Uomo. La Corte...
Giornata Mondiale della Terra 2024: Pianeta versus plastica?

Giornata Mondiale della Terra 2024: pianeta versus plastica?

Il 22 aprile di ogni anno il mondo celebra la Giornata Mondiale della Terra. L’Earth Day nasce il 22 aprile 1970 con l’obiettivo di...
rifiuti plastica

20mila Tour Eiffel fatte di plastica

C'è una data che rappresenterà nel 2024 il giorno in cui potremmo dire che il mondo ha raggiunto la sua capacità massima di gestione...

plastiKO

La questione della plastica emerge come uno dei simboli più palpabili e diffusi della nostra crisi ambientale. Questa serie è un viaggio attraverso i danni che abbiamo causato, ma è anche un inno alle possibilità di rinnovamento e riparazione che stanno emergendo in questo campo.
RAEECycling innovazione e sostenibilità

Innovazione + sostenibilità = RAEECycling

Greenvincible brevetta RAEECycling, un modello di riciclo dei RAEE a basso impatto ambientale e di grande efficienza economica.