7 buone abitudini per gli amanti della tecnologia come noi

Tante volte ci ripetono che bisogna ridurre l’esposizione prolungata alle onde elettromagnetiche dei nostri device ma… è davvero difficile, ci servono ogni giorno!

Da amanti della tecnologia pensiamo ci siano delle abitudini semplici che possono aiutarci a restare più sani, a rispettare gli altri e l’ambiente. Sicuramente le avrete già sentite mille volte ma leggerle tutte insieme può essere utile!

1. Spegni i tuoi device quando non li usi

Se lo fai risparmi energia e non inquini elettromagneticamente

2. Imposta la modalità risparmio energetico

Impostarla permette di ridurre l’impatto a livello energetico e di aumentare il ciclo di vita della batteria

3. Abbassa la suoneria nei luoghi pubblici

Anche se la tua suoneria è molto bella…ricorda sempre le buone regole di convivenza e abbassala nei luoghi pubblici. Rispetti gli altri e riduci l’inquinamento acustico.

4. Usa l’auricolare o il vivavoce

Quasi tutti passiamo lunghe giornate al telefono e sulla durata delle chiamate spesso si può fare poco! Possiamo però introdurre la buona abitudine di usare l’auricolare o il vivavoce. Se stai guidando è più sicuro e in generale riduce un po’ l’impatto delle onde elettromagnetiche a cui esponi il tuo cervello.

5. Ama il tuo smartphone e trattalo bene

Qui il mondo si divide tra amanti di iOS e di Android. Questa buona regola vale per tutti, se li trattiamo bene durano molto di più! Se proprio non resistiamo all’ultimo modello e non possiamo farne a meno… il nostro vecchio device si può ricondizionare se è ancora in buone condizioni!

6. Disinfetta i tuoi device

Il post Corona virus ci ha reso più ligi, ora disinfettiamo tutto. Non dimentichiamo i nostri amati device, li prendiamo in mano almeno 100 volte al giorno!

Consigli per la pulizia del tuo iPhone

Consigli per la pulizia del tuo smartphone (questi i consigli per il Samsung, potete sbizzarirvi nella ricerca del vostro modello su Google)

7. Quando dormi tieni i device lontani da te

Prima di dormire un’occhiata ai social o qualche chat scappa sempre.

L’ideale sarebbe lasciare in “pausa da device” il nostro cervello almeno mezz’ora prima di dormire, spegnerli e lasciarli in una parte della casa che non è così vicina al nostro letto.

Perchè? Perchè durante la notte, anche se a bassa emissione, disturbano il sonno.

Le altre serie

Più Popolari

auto privata

Auto privata, ha ancora senso?

Il 14 Gennaio 2020 la più grande società di investimenti al mondo, Black Rock, annunciava di voler mettere la sostenibilità al centro...

Giorgio Vacchiano, il cambiamento climatico è un problema sociale, non ambientale

“La parola scienziato mi impressionava da bambino, invece ora mi ritrovo ad usarla per descrivermi” - così Giorgio Vacchiano rompe il ghiaccio...

The Good in Town, un nuovo viaggio

Siamo tutti in viaggio verso una nuova era. Non mi riferisco al new normal del dopo Covid, ma all’era della sostenibilità,...
leaders for climate action

Leaders for climate action, 726 imprenditori europei high-tech si mobilitano

Delivery Hero, BlaBla Car, Wefox, Zalando, Ecosia, GetYourGuide, Flixbus, Glovo, Cabify, WeWork e poi fondi di venture capital come eVentures, Heartcore Capital,...
Anna Micossi manager

Cosa c’è dietro una manager, il fattore Epsilon di Anna Micossi

Anna Micossi ha cominciato a interessarsi di sostenibilità ai tempi dell’università e sulla responsabilità sociale d’impresa ci ha fatto anche la...